IL COACHING PER LA SCUOLA – COACHING FOR SCHOOL

Il Coaching è un metodo di sviluppo di una persona, di un gruppo o di un’organizzazione,
basato sull’individuazione delle potenzialità per il raggiungimento di obbiettivi di
miglioramento/cambiamento autodeterminati.

OBBIETTIVI
Un metodo di formazione e sviluppo per tutte quelle classi dove ci sia la necessità di un
miglioramento o di cambiamento nei seguenti aspetti:
• integrazione tra alunni di classi appena costituite
• capacità di cooperare e di comunicare in modo chiaro
• prendere coscienza delle proprie potenzialità individuali ancora inespresse
• capacità di mettersi in gioco, di uscire dalla propria area di comfort
• capacità di osservarsi ed osservare il comportamento degli altri
• instaurare un clima di fiducia
• sviluppare spirito di gruppo e di solidarietà
• trasformare i problemi in opportunità
• entusiasmo e passione nel fare le cose
• capacità relazionali con i coetanei e con gli insegnanti
• favorire il processo comunicativo e l’ascolto reciproco migliorare la capacità di gestire il
conflitto

MODALITA’ FORMATIVE
Le tematiche verranno affrontate attraverso l’apprendimento esperienziale, che si differenzia
dalle tradizionali metodologie di formazione d’aula per la presenza di attività pratiche . Non si
eliminano totalmente le metodologie e gli strumenti tradizionali ma si utilizzano, per fare sintesi e
per consolidare l’apprendimento, durante il debriefing in aula.
L’ attività non è fine a se stessa, ma supporta il partecipante all’interno di un preciso percorso
formativo finalizzato allo sviluppo di precise competenze preventivamente concordate con il
docente. L’alunno apprende utilizzando tutti i suoi canali, cognitivo, emotivo e fisico.
L’ alunno confronterà con un terreno sconosciuto e sarà costretto ad adattarsi, operare anche
senza conoscere tutte le risposte oppure si troverà a svolgere attività più familiari gestendole ed
elaborandole da differenti punti di vista stimolando il pensiero laterale.Nessuno fornisce
dall’esterno modelli e tecniche preconfezionate valide per tutti ma viene facilitata l’attivazione delle
risorse personali. L’alunno si osserva mentre agisce (auto- osservazione) ed osserva il
comportamento degli altri (etero-osservazione). Viene stimolato un processo di apprendimento
non tanto “per prove ed errori” ma strutturando momenti in cui “ci si ferma e si riflette su”.
Questo porta a scoprire le conseguenze negative di alcuni nostri comportamenti ma anche a
valorizzare e sistematizzare i comportamenti costruttivi inconsapevoli. L’attenzione è centrata sul
“qui ed ora” collegando il processo di apprendimento a situazioni concrete. Le attività proposte
sono reali e le conseguenze dei propri comportamenti immediate.

ATTIVITA’ DI FORMAZIONE ESPERIENZIALE PROPOSTE
• Orienteering e il team
• Relazioni positive – L’ Asino come facilitatore
• Il ponte di Leonardo – Costruiamo il gruppo
• La comunicazione – Non sono solo onde sonore
• Villa paletti – Ascolto attivo
• La tela del Ragno – La fiducia si merita con fatti concreti

NUMERO ALUNNI
Per questo tipo di proposte l’ideale è lavorare con 2 classi per soggiorno, quindi tra i 50 e i 60
alunni, in questo modo la scuola risparmia molto sulla corriera.

EQUIPE DI LAVORO
1 Marco siciliani, coach professionista e guida naturalistica abilitata dalla provincia di Padova
2 Dott.ssa Elena Marcolin, psicologa e responsabile Training Corner
3 Fattoria sociale Terra degli Asini di Lissaro (PD) con 4 asini preparati, nel caso in cui la scuola
scelga di lavorare con gli asini come strumento di mediazione

COSTI
Il costo dei servizi verranno modulati in base alle attività e modalità scelte dal committente.