Suona con la Mamma – Dai 2 ai 5 anni

Giorno e orario del laboratorio

Il martedì dalle ore 17:00 alle ore 18:00, presso la sede dell’associazione a Montegalda, in via Dino Cattaneo 92.

Suona con la Mamma

Dai 2 ai 5 anni

Per la mamma:

Giocare e suonare con il proprio bambino arricchisce la relazione affettiva e crea un momento magico di scambio e di scoperta fuori dalla quotidianità.
Con questo corso potrai aiutare e accompagnare il tuo bambino alla scoperta del mondo, dell’altro e di se stesso in un ambiente sereno e accogliente che riuscirà a farti vedere il piccolo con occhi nuovi.
Un ascolto profondo del piccolo, dei suoi bisogni e delle sue paure creano un supporto solido ed empatico che sarà la base per l’autostima del bambino e per la fiducia nelle sue potenzialità.
Tutti i giochi proposti li potrai rifare a casa e creare così continuità e naturalezza. Le conte, le filastrocche possono diventare un valido supporto per molte azioni quotidiane.
Dando valore ai gesti del bambino e alle sue piccole conquiste, senza giudizio e con un profondo rispetto per il suo essere al mondo, gli potrai comunicare un senso di fiducia che lo porterà a riuscire in tutto quello che gli riserva il futuro e a poter affrontare gli ostacoli come divertenti sfide.
Giocare con lui, ti renderà cosciente delle difficoltà che può incontrare e di comefacilmente riesca a superarle se il clima creato è un clima di ascolto e rispetto.

Per il bimbo:

La coscienza musicale del piccolo viene risvegliata attraverso giochi, conte, canzoni, filastrocche e libero movimento.
L’insegnate, con l’arpa e il pianoforte, accompagna i bambini alla scoperta delle regole musicali e dei parametri del suono, lasciando sempre i piccoli protagonisti del proprio agire e delle proprie scelte.
Attraverso l’uso di piccoli strumenti idrofoni, adatte alle mani dei bambini, si migliora la coordinazione motoria e la motricità fine, si sviluppa l’orecchio musicale e la creatività.
I giochi di movimento con nastri, foulard, palle e cerchi migliorano la percezione dello spazio e accompagnano il bambino alla scoperta del proprio corpo. I colori, sempre presenti, creano un ambiente di gioia e stimolante che gli permetterà di sperimentare e di sentirsi libero.
La presenza della mamma è vista come una salvagente per le situazioni difficili e diventerà presto una complice compagna di giochi.
Per il bambino sono i primi passi all’interno delle regole dello stare in gruppo. I giochi proposti favoriscono il rispetto del turno e l’ascolto dell’altro. Il riconoscimento dei compagni sviluppa in lui il senso della condivisione e dell’aiuto.
Le canzoni, le conte e le innumerevoli filastrocche, sempre presenti durante gli incontri, favoriscono la nascita e il consolidamento del linguaggio in maniera libera, senza esercizi o costrizioni, di modo tale che diventi una sua conquista attraverso un ambiente sereno e di accoglienza.

Motivi per partecipare:

  • Sviluppa la relazione affettiva mamma-bimbo
  • Crea spunti per giochi da usare nel quotidiano
  • Risveglia la coscienza musicale insita in ogni bambino
  • Crea un luogo di ascolto e di accoglienza
  • Migliora la coordinazione motoria del bambino
  • Rende consapevole il bambino dello spazio che lo circonda
  • Favorisce un ascolto profondo dell’altro
  • Aiuta lo sviluppo del linguaggio
  • Sviluppa la creatività
  • Insegna le regole dello stare in gruppo

Come si svolge:

Il bambino inizierà a conoscere se stesso attraverso l’uso di canti, conte, filastrocche e libero movimento. L’esplorazione della voce avviene attraverso giochi sul respiro, iniziando dal soffio per arrivare al canto. La memorizzazione e il riconoscimento delle canzoni viene facilitato con l’uso di cartelloni colorati e schede con disegni e parole. I giochi sul ritmo, sul timbro e sull’altezza dei suoni sono pensati partendo dal corpo (i passi, il battito delle mani, i salti) con l’ausilio di corde, cerchi, palle e nastri colorati.
Alcuni giochi prevedono il movimento euritmico accompagnato al pianoforte e all’arpa e l’uso di piccoli strumenti didattici i quali favoriscono lo sviluppo della coordinazione motoria e della gestione dello spazio. Il bambino inizia così ad esprimere la propria musica e a scoprire il mondo dei suoni. La relazione con il gruppo è favorita dalle conte, da giochi di ruolo o in coppia, dal rispetto del turno e delle decisioni dei propri compagni. La condivisione con il genitore dello stato emotivo vissuto durante il gioco sono la base di un ascolto profondo, fondamentale per ogni apprendimento futuro.