Sen6 Cartoon Rock Street Mood

Mercoledì 29 luglio 2020

Mercoledì 29 luglio 2020

La musica dal vivo incontra il food per il mercoledì di Street Mood di Pop Corner Academy. Gustarsi il relax di una serata a metà della settimana, in compagnia degli amici o della famiglia, accompagnati dal cibo di Mister BIG, dal suggestivo ambiente dello Yama Ranch in riva al fiume e dalla musica targata Pop Corner.

Food

Prenotando il tavolo ed il menù potrai garantirti un posto per il concerto e il menù della serata a prezzo ridotto. Approfittane subito!

Pulled Pork Sandwich

Panino morbido al latte con semi di sesamo con spalla di maiale o “boston butt” affumicata al ciliegio e cotta a bassa temperatura per 16 ore e poi sfilacciata. Insalata colesalw: cavolo cappuccio, carote, yogurt, senape.
salsa BBQ.

Pulled Chicken Sandwich

Panino morbido al latte e semi di sesamo con pollo affumicato al melo e cotto a bassa temperatura per 6 ore e poi sfilacciato. Insalata colesalw: cavolo cappuccio, carote, yogurt, senape.
salsa BBQ.

Panino con Salsiccia

Panino morbido al latte e semi di sesamo con salsicce affumicate al ciliegio e rigenerate in birra bianca, cipolla caramellata. Wasabi mayo: maionese al sentore di wasabi.

Baltimora Pit Beef Sandwich

Panino morbido al latte e semi di sesamo con eye round di black angus affumicato e cotto a bassa temperatura affumicato al ciliegio, anelli di cipolla cotti in aceto e salsa tiger: mayonese, senape e rafano.

Il menù ridotto costa 15,00€ e prevede il panino accompagnato da patatine fritte e una bibita 0,4 l a scelta tra la nostra birra artigianale o coca cola. In alternativa bottiglietta d’acqua da 0,5 l.

Music

I Sen6 sono una cartoon cover band che propone un repertorio di sigle dei cartoni animati dagli anni 90 fino ad oggi, con uno sguardo ai grandi classici degli anni 80.

Caratteristica peculiare dei Sen6 è la proposta musicale: un concentrato di rock ed energia, finalizzato a creare medley e mash up per soddisfare anche il pubblico dal palato più esigente.

Inoltre, i Sen6 hanno in repertorio anche sigle cartoon in lingua originale Giapponese: classici noti come Ken Il Guerriero (Tough Boy), Neon Genesis Evangelion, Inuyasha, ecc. arrivati in Italia dal sol levante tramite MTV, TMC, 7Gold ecc.

Lo spettacolo, oltre che per le orecchie, è anche per gli occhi: costumi, scenografie, luci e video sincronizzati si mescolano con le canzoni, per una serata all’insegna del divertimento e dei grandi ricordi.

Nel settembre 2019 vengono scelti per partecipare alla finalissima di Lucca Comics & Games 2019, manifestazione culto nel genere dei cartoni animati e dei fumetti, dove vincono il premio speciale Gadget EMP e il premio miglior musicista dei contest (Matteo Brigo).

Modalità di partecipazione

Prenoto un tavolo

E mi gusto lo spettacolo sui tavoli prenotati dopo aver gustato il menù della serata insieme a famiglia e/o amici.

Mi porto una coperta ed un cuscino

E mi gusto lo spettacolo sul prato di Street Mood. Ho a disposizione la proposta Food& beverage della serata ma non avendo prenotato è possibile che il food non sia più disponibile (tutto il beverage invece si, quello è garantito).

Come arrivare

Da Padova

Prendere la SR11 verso Vicenza; a Veggiano girare a sinistra per la rotatoria del Lando, proseguire seguendo le indicazioni per Montegalda e poi per Montegaldella.

Da Vicenza

Prendere la SR11 in direzione Padova; a Grisignano di Zocco girare a destra all’incrocio in centro paese seguendo le indicazioni per Montegalda e poi Montegaldella.

Autostrada

Uscire al casello di Grisignano di Zocco dell’A4 e proseguire seguendo le indicazioni per Montegalda e poi Montegaldella. In alternativa prendere la A31 Valdastico Sud ed uscire al casello di Montegaldella-Longare seguendo le indicazioni per Montegaldella.

Partner

Pop Corner Academy

Pop Corner Academy

Organizzazione di eventi di animazione territoriale attraverso pratiche artistiche ed educative.

Yama Ranch

Tra Colli Euganei e Monti Berici, uno spazio unico in visione del Castello di Montegalda dedicato al cavallo e al turismo equestre.

Mister BIG Barbecue & Grill

Partner del Food & Beverage della serata

Sen6 Cartoon Rock Band

L'anima musicale della serata, ci faranno divertire e cantare a squarciagola!

Stefanplast Sponsor Estate in Comune 2020

Grazie a Stefanplast per aver aderito al progetto "Estate in Comune 2020"

Stefanplast ha cinquant’anni di storia alle spalle. Il tempo ha maturato un’esperienza e una conoscenza profonda del materiale sorprendente che viene utilizzato: la plastica. Oltre e contro il tempo, l’azienda mantiene da sempre viva la sfida di un rinnovamento continuo, la capacità ostinata di pensare avanti, immaginando e inventando nuove forme, prodotti diversi, interpretando e anticipando le esigenze di tutti i clienti. Sul fronte delle idee e dell’innovazione, Stefanplast è simbolo di attualità da sempre.

Desideriamo ringraziare Stefanplast per essere sponsor del progetto “Estate in Comune 2020”, una grande iniziativa di Welfare sussidiario che ha coinvolto tutti i soggetti del territorio con un interesse verso le politiche sociali rivolte alle giovani generazioni.

Mai come in questo tempo i bambini e gli adolescenti hanno bisogno di ritrovare spazi, tempi e occasioni per ritornare al gruppo dei pari e alla socialità.

Stefanplast ha deciso di supportare il progetto, a sostegno delle nuove generazioni e della ripresa di una normalità fatta anche di ritorno al gioco, di aiuto scolastico in presenza, e di vissuto di esperienze di gruppo stimolanti e arricchenti.

Grazie Stefanplast.

Segui Stefanplast sui social e sul sito

Presentazione Centri Estivi Longare 2020

Lunedì 08 giugno ore 20.30

Presentazione online della proposta dei centri estivi 2020.

Per conoscere i luoghi, le attività, gli animatori, i protocolli sanitari, bonus centri estivi e tanto altro oltre che per rispondere alle domande live poste tramite la chat sia su Facebook che su Youtube.

Pagina web dei centri estivi: https://www.popcorner.academy/centro-estivo-longare-2020/

Centro Estivo Castegnero 2020

Centro estivo Castegnero

Complesso scolastico e centro parrocchiale a Villaganzerla

Dal 15 giugno al 04 settembre 2020

L’estate è il tempo del ritorno alla socialità e alla relazione tra il gruppo dei pari. Scegliere un centro estivo Pop Corner vuol dire scegliere personale qualificato per aiutare i partecipanti a costruire regole comuni per tornare a giocare, fare i compiti, scherzare e divertirsi assieme.

Ass. Pop Corner in accordo con l’amministrazione comunale di Castegnero e in collaborazione con le realtà del terzo settore del territorio porta avanti questa iniziativa su tutta l’estate, aprendola anche agli adolescenti, consci della fondamentale importanza di tornare a stare assieme dopo mesi di distanziamento obbligato.

Per farlo però servono regole condivise per dare la sicurezza che è importante trasmettere per i servizi destinati ai bambini e agli adolescenti. In questa informativa troverai tutte le nostre linee guida e la nostra organizzazione.

Descrizione della proposta

Il centro estivo è luogo in cui si coniugano i bisogni di socializzazione, ludici e di crescita del bambino e le intenzionalità pedagogiche, didattiche ed educative dell’educatore. Esso genera relazioni significative ed esperienze di vita.

Le attività di laboratorio che lo caratterizzano, sportive e ricreative che siano, si fondano su una metodologia che mette al centro la relazione educativa e che considera il “valore del gioco” come strumento pedagogico fondamentale nei processi di crescita di ogni bambino e ragazzo. Il lavoro educativo viene svolto sul gruppo ed è finalizzato alla crescita personale di ciascuno, con l’obiettivo di consolidare la personalità, di migliorare il rapporto con gli altri, di acquisire senso critico e apertura nei confronti della vita e del reale.

L’associazione Pop Corner, che incoraggia la socializzazione mediante un tempo libero creativo e formativo, si concentra sull’attuazione di centri ricreativi estivi che possano vedere realizzato il quadro descritto, con l’obiettivo di mettere in campo nuove strategie educative sempre coerenti con l’evoluzione della società moderna. All’interno di questa vision, la Natura è luogo educativo per eccellenza e al tempo stesso uno strumento ed un fine delle nostre attività. Sono diversi gli aspetti rilevanti dello svolgere le attività in un contesto naturale significativo:

  • l’avventura: l’atmosfera di avventura nella quale vengono pensate e proposte le attività è un elemento discriminante per garantire il divertimento dei bambini/ragazzi. Gli spazi e le possibilità che il territorio di Castegnero offre sono la chiave di questa atmosfera e dunque del divertimento dei nostri piccoli ospiti.
  • affrontare l’ignoto: da sempre l’uomo è affascinato dalla natura e ne studia i fenomeni, anche solo per semplice curiosità. Proprio questa curiosità è particolarmente presente nei bambini e nei ragazzi più grandi diventa sfida.
  • “osservare-dedurre-agire”, come più sopra descritto, è un processo che può innescarsi spontaneamente quando ci si confronta con la natura e i suoi fenomeni.
  • conoscenza delle proprie e delle altrui risorse/capacità: conseguenza dei punti precedenti è l’emergere delle risorse individuali per far fronte alle sfide e agli stimoli che la natura pone.

Protocollo sanitario

Ingresso e uscita

Dalle 7.30 alle 9.00 – Misurazione della febbre in una zona esterna all’area dell’attività, accede solo il partecipante con temperatura < 37.5. 

Igienizzazione mani e poi si accede. Si entra una alla volta e i genitori/accompagnatori sono invitati a mettersi in fila distanziati

Piccoli gruppi

I bambini svolgeranno le attività in piccoli gruppi e prevalentemente all’aperto come da indicazioni delle autorità. Inoltre si cercherà di garantire per quanto possibile la continuità educativa con il personale lungo il periodo.

Pranzo e merende

Verranno forniti dei cestini ad ognuno con il pranzo completo, primo – secondo – contorno – frutta – acqua. In caso di numeri elevati si organizzeranno dei turni. Si mangerà sempre in esterna tempo permettendo, altrimenti in spazi adibiti a mensa presso le strutture, rispettando le distanze di sicurezza. Ogni partecipante porta la merenda da casa.

Quote

Sezione 3-5 anni

Quota fino alle 12.00

1 settimana 80,00€

4 settimane 300,00€

tutto il periodo 800,00€

Quota fino alle 14.00

1 settimana 100,00€

4 settimane 360,00€

tutto il periodo 1000,00€

Quota fino alle 17.00

1 settimana 110,00€

4 settimane 400,00€

tutto il periodo 1100,00€

Quota fino alle 12.00

1 settimana 80,00€

4 settimane 300,00€

tutto il periodo 800,00€

Quota fino alle 14.00

1 settimana 100,00€

4 settimane 360,00€

tutto il periodo 1000,00€

Quota fino alle 17.00

1 settimana 110,00€

4 settimane 400,00€

tutto il periodo 1100,00€

Sezione 6-11 anni

Quota fino alle 12.00

1 settimana 70,00€

4 settimane 260,00€

tutto il periodo 700,00€

Quota fino alle 14.00

1 settimana 90,00€

4 settimane 330,00€

tutto il periodo 900,00€

Quota fino alle 17.00

1 settimana 100,00€

4 settimane 360,00€

tutto il periodo 1000,00€

Quota fino alle 12.00

1 settimana 70,00€

4 settimane 260,00€

tutto il periodo 700,00€

Quota fino alle 14.00

1 settimana 90,00€

4 settimane 330,00€

tutto il periodo 900,00€

Quota fino alle 17.00

1 settimana 100,00€

4 settimane 360,00€

tutto il periodo 1000,00€

Sezione 12-14 anni

Quota fino alle 12.00

1 settimana 60,00€

4 settimane 220,00€

tutto il periodo 600,00€

Quota fino alle 14.00

1 settimana 80,00€

4 settimane 300,00€

tutto il periodo 800,00€

Quota fino alle 17.00

1 settimana 90,00€

4 settimane 330,00€

tutto il periodo 900,00€

Quota fino alle 12.00

1 settimana 60,00€

4 settimane 220,00€

tutto il periodo 600,00€

Quota fino alle 14.00

1 settimana 80,00€

4 settimane 300,00€

tutto il periodo 800,00€

Quota fino alle 17.00

1 settimana 90,00€

4 settimane 330,00€

tutto il periodo 900,00€

Dal 15 giugno al 19 giugno

6-11 anni
12-14 anni

Tesseramento

Per chi non è socio nell’anno corrente è necessario il tesseramento all’associazione per la copertura assicurativa (10,00€ validi fino al 31/12 dell’anno in cui si sottoscrivono).

Sconto fratelli

Sconto del 10% sulla quota del secondo fratello in poi.

Novità! Bonus Centri Estivi

Cos’è

A disposizione fino a 1200€ da spendere per i centri estivi e usufruire gratuitamente del servizio. Per chi lavora nella sanità l’importo è di 2000€.

Beneficiari, come e dove si richiede

Entrambi i genitori lavoratori senza misure di sostegno al reddito. Entra con il tuo pin nel portale dell’INPS (richiedilo quanto prima se non ne sei in possesso) e richiedi il bonus. Se hai bisogno di assistenza chiamaci. Comunica alla segreteria l’erogazione del bonus per la chiusura della pratica amministrativa.

 
 

Modalità di iscrizione

1- Socio o non socio?

Per prima cosa se non sei mai stato socio di Pop Corner e non hai mai frequentato le nostre attività, devi compilare il form di tesseramento cliccando "diventa socio! nel menù del sito. Una volta compilato il form sia nella parte di tutore che nella parte del socio (che sarà il minorenne che frequenterà le attività) la nostra segreteria riceverà la tua richiesta di tesseramento. Passa presso la nostra sede per la firma e ricevere la tua copia, o richiedi il documento via mail o whatsapp per firmarlo comodamente da casa e re-inviarcelo completo di firma.

2- Iscrizione alle settimane

Procedi a contattarci via whatsapp al 3668905999 oppure chiamandoci allo 0444636597 oppure via mail a segreteria@popcorner.academy indicandoci nome e cognome del partecipante, centro estivo, settimane e proposta a cui si vuole aderire (parziale, parziale+pranzo, completa). A quel punto generiamo l'ordine e lo invieremo nel canale a te più congeniale per procedere al pagamento dello stesso. Verranno chieste eventuali allergie o note da trasmettere al coordinatore.

3- Pagamento

Si procede al pagamento del periodo sottoscritto entro il venerdì precedente. Si può procedere tramite bonifico, paypal, o contante e carte presso la nostra sede amministrativa di Montegalda.
Verranno organizzati anche turni di segreteria presso la location del centro ma ne daremo comunicazione una volta cominciate le attività, in base a tempi e spazi disponibili per la gestione segreteria in loco.

4- Applicazione per cellulare

Via sms ad ogni tutore verrà inviato l'invito per scaricare la nostra App dalla quale potrete avere sempre sotto controllo la situazione di pagamenti ed iscrizioni del proprio figlio. Oltre a questo, su richiesta, si possono avere le credenziali per accedere via desktop allo stesso portale, in caso non si avesse spazio di memoria sul cellulare e ci si volesse connettere a mezzo pc o browser del cellulare.

Dove siamo


Come arrivo al centro estivo?

Via Piazza Villaganzerla, Castegnero VI

Autostrada

Montegaldella-Longare : autostrada A27 Valdastico Sud.

Strada normale

Da Padova si consiglia di prendere la statale SR11 in direzione Vicenza; alla rotatoria del Lando di Veggiano girare a sinistra, proseguire per Montegaldella e poi verso Ghizzole e Villaganzerla.

Da Vicenza si consiglia di prendere la provinciale SP27 (Riviera Berica) e proseguire fino a Castegnero; girare a sinistra a Ponte di Castegnero e raggiungere Villaganzerla.

Altre informazioni

Cosa portare

Cambio completo (maglietta, calzini, pantaloni corti), cambio scarpe per spazi interni, cappello, mascherina (6-14 anni), borraccia, merenda, compiti+ astuccio (6-14 anni), kway o ombrello, asciugamano piccolo per le mani.

Giornata in piscina

Al martedì si vivrà una giornata presso la Piscina di Bosco di Nanto, in via dei Pilastri 14. Chiediamo ai genitori quindi di accompagnarli direttamente presso la piscina, per vivere la giornata presso gli spazi gioco e il prato della struttura.
Viene garantito l’orario di accesso dalle 7.30 alle 9.00 e per tutti coloro che vorranno si potrà rimanere fino alle 17.00, anche chi ha sottoscritto la proposta fino alle 12 o 14. Il pranzo durante la giornata in piscina sarà al sacco, e ci sarà la possibilità di prendere un gelato o una granita presso il chiosco della piscina.
Cosa portare in piscina
Costume (già indossato dalla mattina) e cuffia / Asciugamano o telo per stendersi / Ciabatte / Crema solare / Cappello con frontino / Cambio vestiti / Pranzo al sacco e merende.

Location

Spazio 1 Scuola primaria Villaganzerla entrata v. Piazza Villaganzerla

Spazio 2 Scuola dell’infanzia Villaganzerla

Spazio 3 Centro parrocchiale Villaganzerla

Spazio 4 Scuola secondaria Villaganzerla

Verranno sfruttati principalmente gli spazi esterni delle strutture citate, compresi i parchi ed il campo sportivo che avrà anche tensostrutture-gazebi per fornire zone d’ombra, con panche e tavoli.

Quando

Da lunedì 15 giugno a venerdì 4 settembre 2020, dalle 7.30 alle 17.00. Il servizio sarà continuativo in tutte le settimane, a meno di mancanza del numero minimo.

Mascherina

Obbligatorio averla con sè, cercheremo di attuare distanze di sicurezza in molti momenti della giornata per permettere a tutti di respirare liberamente. Anche il personale avrà l’obbligo di indossare la mascherina.

Tempo parziale o completo

Il tempo parziale prevede l’orario fino alle 12.00 senza il pranzo,
Il tempo parziale + pranzo prevede l’orario fino alle 14.00 con il pranzo incluso.
Il tempo completo prevede l’orario fino alle 17.00 con il pranzo incluso.
Il venerdì si chiude la settimana andando in piscina e l’orario di fine è alle ore 17.00 qualsiasi sia la proposta sottoscritta.

Coordinatori

3-5 anni Elisa Maruzzo 3407653178

6-14 anni Francesca Bortolan 3471295692

Seguici sui nostri social

Linee Guida Centri Estivi 2020 Regione Veneto

Linee guida della Regione Veneto per i centri estivi 2020

Considerato l’attuale scenario epidemiologico e la sua prospettiva di evoluzione nel medio termine, che sarà costante oggetto di attento monitoraggio da parte della Regione del Veneto, in considerazione della graduale apertura delle attività produttive, si forniscono le linee di indirizzo per la riapertura dei servizi dedicati ai minori (dai 0 ai 17 anni).
Il presente documento avvia un percorso che consente la graduale ripresa delle attività educative per tali fasce di età, nel rispetto dei principi di sicurezza e prevenzione, a supporto delle famiglie. Allo stesso tempo, tale progettualità consentirà di sviluppare ulteriori riflessioni e modelli organizzativi finalizzati alla ripresa delle
attività scolastiche dal prossimo settembre. L’attivazione di questi servizi, oltre che consentire la conciliazione vita-lavoro, risulta prioritaria per la tutela del benessere dei minori in un’ottica di ripresa del percorso educativo, di crescita e di socializzazione. Fondamentale sarà la sorveglianza e l’individuazione precoce di eventuali soggetti sospetti e/o positivi in stretta collaborazione tra genitori, servizi educativi, Medici di Medicina Generale, Pediatri di Libera Scelta e Servizi di Igiene e Sanità Pubblica.
Sarà condiviso e sottoscritto un accordo tra l’ente gestore (eventuale ente appaltante), i lavoratori/personale e i genitori coinvolti per l’accettazione delle indicazioni e delle regole di gestione dei servizi destinati ai minori di età 0-17 anni previste. In via prioritaria ogni struttura dovrà individuare la figura del responsabile per la riapertura e sarà costituito un gruppo di lavoro interno coadiuvato dal RSPP che verifichi la corretta e puntuale applicazione delle misure di prevenzione del rischio. Le attività e l’organizzazione dei servizi, in questa fase, dovranno essere ripensate nel rispetto delle indicazioni riportate nel presente documento:

– definizione di criteri di priorità per la frequenza (es. assenza di rete parentale di supporto, priorità ai genitori entrambi rientrati al lavoro, bambino che deve completare il percorso educativo in vista dell’inizio della scuola primaria, ecc.);

– rimodulazione della frequenza (es. a mezza giornata) per dare la possibilità di frequenza a più famiglie;

– ampliamento degli orari di apertura e chiusura in modo da consentire ai genitori la presenza al lavoro nel turno richiesto;

– rivalutazione del fabbisogno del personale disponibile e/o del monte ore per adottare le nuove modalità organizzative nel rispetto dei principi di sicurezza;

– predisposizione da parte di ogni struttura di momenti di formazione specifica per il personale dipendente, in materia di procedure organizzative interne e per l’adozione delle misure e dei comportamenti igienico-sanitari (utilizzo mascherine, lavaggio delle mani, misure generali di igiene,ecc.);

– formazione del personale relativamente alle nuove modalità didattiche necessarie alla nuova organizzazione;

– comunicazione alle famiglie delle modalità di accesso al servizio prima della riapertura, modalità che devono essere accettate e scrupolosamente rispettate;

– possibilità di prevedere un collegamento da remoto con le famiglie non frequentanti per l’organizzazione di attività ludico-didattiche e supporto educativo;

– possibilità di attivare forme di supporto domiciliare per rispondere a particolari bisogni;

– possibilità di usare spazi quali strutture comunali, giardini, campi sportivi, aree verdi, fattorie didattiche e contesti rurali: soluzioni che potrebbero facilitare il distanziamento interpersonale.

Il presente documento andrà rivalutato nel tempo in considerazione delle eventuali nuove indicazioni di carattere scientifico, delle raccomandazioni nazionali ed internazionali e in funzione dell’evoluzione dello scenario epidemiologico. Per le fattorie didattiche, in quanto aziende agricole, le indicazioni del presente documento vanno integrate nel già adottato Protocollo per la gestione dell’emergenza COVID-19.

È possibile proporre, in questa fase, di individuare dei criteri per gestire domande in sovrannumero rispetto ai posti disponibili determinati dal contingentamento del numero dei bambini/ragazzi presenti in struttura e dagli spazi a disposizione:
● famiglie che prima della sospensione già utilizzavano i servizi dell’ente gestore;
● minore certificato (per il quale deve essere prevista la presenza di un OSS per l’orario di permanenza
nella struttura oppure di una persona dedicata);
● nuclei familiari monoparentali con genitore lavoratore;
● minore figlio di genitori lavoratori e assenza di rete parentale a supporto;
● minore figlio di genitori entrambi lavoratori;
● fratelli e sorelle in età 0-17 anni;
● minore di 5 anni in vista dell’inserimento alla scuola primaria che inizierà a settembre 2020.
È il gestore a definire i tempi e i modi di iscrizione, dandone comunicazione in modo pubblico e con congruo anticipo rispetto all’inizio delle attività proposte.

Le misure generali di prevenzione e mitigazione del rischio che rimangono da applicare, in quanto fattori di protezione “chiave” sia nei contesti sanitari sia di comunità, includono le seguenti azioni:
1. praticare frequentemente l’igiene delle mani con acqua e sapone o con soluzioni/gel a base alcolica e in tutti i momenti raccomandati (prima e dopo il contatto interpersonale, dopo il contatto con liquidi biologici, dopo il contatto con le superfici);
2. evitare di toccare gli occhi, il naso e la bocca con le mani;
3. tossire o starnutire all’interno del gomito con il braccio piegato o di un fazzoletto, preferibilmente monouso, che poi deve essere immediatamente eliminato;
4. evitare contatti ravvicinati mantenendo la distanza di almeno un metro dalle altre persone, in particolare con quelle con sintomi respiratori;
5. in caso di febbre e/o sintomi respiratori (e/o gastrointestinali in particolare nei bambini) non uscire di casa e contattare il proprio Medico Curante;
6. indossare la mascherina ed eseguire l’igiene delle mani prima di indossarla e dopo averla rimossa ed eliminata;
7. praticare un’accurata igiene degli ambienti e delle superfici con particolare attenzione a quelle che più frequentemente vengono toccate o manipolate o sulle quali possono depositarsi goccioline prodotte con il respiro, il parlato o colpi di tosse e starnuti;
8. aerare frequentemente i locali e privilegiare le attività all’aria aperta, evitando i luoghi chiusi e affollati.
Tali principi per prevenire la trasmissione e contenere la diffusione di SARS-CoV-2 devono essere però adattati al contesto dei servizi per l’infanzia e l’adolescenza in considerazione delle specificità degli stessi.

Distanziamento sociale tra bambini/ragazzi e tra minori e personale

I principi del distanziamento sociale devono essere modulati in funzione di questo specifico contesto, consapevoli della difficoltà di applicare, soprattutto per quanto riguarda le fasce di età 0-6 anni, il mantenimento della distanza interpersonale tra personale educativo e bambini, e tra bambini stessi.
Per tali ragioni è fondamentale organizzare l’attività ricreativa ed educativa prevedendo spazi adeguati e piccoli gruppi di bambini al fine di promuovere il distanziamento interpersonale. Si prevede un rapporto personale educativo e minori di:
– 1:5 nel caso di bambini da 0 a 5 anni;
– 1:7 nel caso di bambini da 6 a 11 anni;
– 1:10 nel caso di ragazzi da 12 a 17 anni.
Il rispetto delle norme di distanziamento e il mantenimento della distanza interpersonale sono obiettivi che possono essere applicati solo compatibilmente con il grado di autonomia e di consapevolezza dei minori e in considerazione dell’età degli stessi. Pertanto, sulla base di tali considerazioni, le attività e le strategie dovranno essere modulate in ogni contesto specifico.

Se possibile, favorire condizioni di omogeneità fra i diversi bambini ed adolescenti accolti; a tale scopo, dovranno essere distinte fasce relative al nido d’infanzia (da 0 a 2 anni), alla scuola dell’infanzia (da 3 a 5 anni), alla scuola primaria (da 6 a 11 anni) e alla scuola secondaria (da 12 a 17 anni). La composizione dei gruppi di bambini deve essere il più possibile stabile nel tempo mantenendo, inoltre, per quanto possibile lo stesso personale a contatto con lo stesso gruppo di minori. I gruppi devono considerarsi come unità epidemiologiche e devono preferibilmente essere formati da bambini che appartengano al minor numero possibile di gruppi di familiari. Le attività devono evitare i possibili contatti tra gruppi diversi di bambini (evitare attività di intersezione) in modo che, nell’eventualità di un caso di COVID-19, sia più limitato possibile il numero dei “contatti stretti”, facilitando le conseguenti attività di ricerca e monitoraggio e limitando la possibilità di casi secondari. Vanno altresì favorite il più possibile le attività all’aperto nel rispetto dei principi appena esposti e organizzato per turni l’utilizzo degli spazi comuni (es. mensa) in funzione della numerosità e delle dimensioni degli ambienti.

Quanto ai contenuti delle attività educative, è necessario puntare su interventi che possano essere realizzati garantendo il necessario distanziamento sociale. In base alle caratteristiche delle diverse fasce d’età, si potranno realizzare, ad esempio, percorsi centrati sullo sviluppo di competenze artistico-musicali, creativo manuali, informatiche, scientifiche e ambientali che possano favorire l’adozione delle misure di distanziamento sociale compatibilmente con l’età e il grado di autonomia e consapevolezza dei minori coinvolti.

Distanziamento sociale tra adulti
Tra adulti è fondamentale il rispetto delle regole di distanziamento e l’adozione di tutte le accortezze previste dal protocollo sanitario in tutti gli altri contesti. In particolare devono essere adottate misure organizzative per evitare assembramenti tra genitori, al momento di portare il minore o di venirlo a prendere (parcheggi adiacenti e spazi esterni inclusi). Agli stessi genitori non deve essere consentito l’ingresso alla struttura, ad eccezione del locale dedicato all’accoglienza e al ritiro.
Il rispetto delle distanze di sicurezza di almeno un metro deve essere mantenuto tra personale dipendente ed eventuali fornitori e, per quanto possibile, anche tra genitore e personale dipendente.
Le riunioni del gruppo di lavoro e con i genitori, compresi i colloqui, possono svolgersi mediante i supporti digitali. Il personale in compresenza manterrà il distanziamento previsto.

Dispositivi di protezione
Data la difficoltà di garantire il mantenimento della distanza interpersonale tra personale e bambini, risulta fondamentale l’utilizzo in sicurezza delle mascherine quali strumenti per ridurre la diffusione a mezzo droplet.
Queste ultime vanno quindi utilizzate sempre dal personale dipendente, così come dai genitori e dai fornitori. Per i minori, invece, è previsto l’obbligo di utilizzo della mascherina solo a partire dai 6 anni di età, in accordo con quanto disposto dal DPCM del 17 maggio 2020. Le mascherine vanno posizionate sempre ben aderenti al volto, a coprire naso, bocca e mento e vanno indossate e tolte tenendole per l’elastico o i lacci da passare dietro le orecchie o legare dietro la nuca. Si ricorda di praticare sempre l’igiene delle mani prima di indossarle e dopo averle eliminate, di non toccarle con le mani durante l’uso. In considerazione dell’età dei minori, per il personale, preferire mascherine colorate e/o con stampe.
I guanti, come le mascherine, aiutano a prevenire le infezioni ma solo se utilizzati correttamente: il loro uso non deve sostituire la corretta igiene delle mani; al pari delle mani non devono venire a contatto con bocca, naso e occhi; devono essere ricambiati ogni volta che si sporcano ed eliminati nei rifiuti indifferenziati; al termine dell’uso devono essere eliminati e non possono essere riutilizzati. Risultano necessari particolarmente in alcuni contesti lavorativi, ad esempio per il personale addetto alla pulizia e alla ristorazione, mentre per il personale educativo possono essere raccomandati nell’eventualità di manovre dove sia prevedibile un contatto diretto con secrezioni e liquidi biologici.

Controllo e monitoraggio dello stato di saluti di bambini, genitori e personale
Per prevenire ogni possibile contagio da SARS-CoV-2 è fondamentale che qualunque persona che presenta sintomi che possano far sospettare un’infezione (a titolo di esempio non esaustivo: anosmia, ageusia, febbre, difficoltà respiratorie, tosse, congiuntivite, vomito, diarrea, inappetenza) non faccia ingresso nella struttura e venga invece invitata a rientrare al domicilio e a rivolgersi al Medico Curante. Fondamentale è la collaborazione con i genitori che non dovranno portare il minore al servizio educativo in caso di
sintomatologia sia del minore stesso che di un componente del proprio nucleo familiare o convivente, rivolgendosi al Pediatra o al Medico di Medicina Generale per le valutazioni del caso.
La struttura dovrà organizzarsi per prevedere la misurazione della temperatura corporea per tutti i minori, accompagnatori e personale dipendente all’ingresso e all’uscita e per chiunque debba entrare nella struttura.
In caso di rialzo della temperatura ≥ 37.5° la persona dovrà essere allontanata dalla struttura ed invitata a rivolgersi al proprio Medico Curante per le valutazioni del caso.
Inoltre, in particolare in questa fase, in considerazione del fatto che nella maggior parte dei casi l’espressività clinica di COVID-19 in età pediatrica si caratterizza per forme asintomatiche o paucisintomatiche a carico principalmente degli apparati respiratorio e gastrointestinale, particolare attenzione deve essere posta alle condizioni di salute dei genitori, familiari e conviventi di tutti i bambini che frequentano la struttura. Dovrà essere garantita una forte alleanza tra genitori e servizi educativi, volta a favorire una comunicazione efficace e tempestiva qualora un genitore o convivente del bambino, presentasse sintomatologia febbrile o respiratoria.
Tale aspetto dovrà, in via prudenziale, essere considerato un possibile campanello d’allarme, anche in assenza di sintomi nel bambino, che richiederà le opportune sinergie con Pediatra di Libera Scelta, Medico di Medicina Generale del genitore/convivente e Servizio di Igiene e Sanità Pubblica.

Misure di igiene personale
Dovranno essere avviate specifiche attenzioni alla costante, frequente e corretta igiene delle mani (lavaggio con acqua e sapone o con soluzione idroalcolica), raccomandata soprattutto prima e dopo il contatto interpersonale, dopo il contatto con liquidi biologici, dopo il contatto con le superfici. Tali comportamenti dovranno essere condotti con i bambini più piccoli anche con modalità ludico-ricreative seguendo le raccomandazioni degli organismi internazionali. Si sottolinea la particolare importanza di tale semplice ma
efficace misura di mitigazione del rischio di trasmissione di SARS-CoV-2, vista la difficoltà nei bambini più piccoli di far rispettare le misure di distanziamento interpersonale e le misure di protezione delle vie respiratorie tramite mascherina o le misure preventive per il rischio di trasmissione da contatto diretto con bocca, naso, occhi. Dovranno essere poste attenzioni particolari al vestiario, ad uso esclusivo presso la struttura sia da parte del personale dipendente che da parte dei minori. Infine, dovrà essere evitato un utilizzo promiscuo di bottiglie, bicchieri, posate, ecc.

Misure di igiene di spazi, ambienti, superfici ed oggetti
Occorre garantire una pulizia approfondita giornaliera degli ambienti con detergente neutro con particolare attenzione agli arredi e alle superfici toccate più frequentemente (es. porte, maniglie, finestre, tavoli, interruttori della luce, servizi igienici, rubinetti, lavandini, scrivanie, sedie, giochi, ecc.), che andranno disinfettate regolarmente almeno una volta al giorno. Una particolare attenzione deve essere rivolta a tutti gli oggetti che vengono a contatto con i bambini/ragazzi (fasciatoi, seggioloni, lettini, postazioni di gioco, banchi, ecc.), a quelli utilizzati per le attività ludico-ricreative e a giochi e giocattoli, ricordando che questi dovranno essere ad uso di un singolo “gruppo” di bambini, mentre se usati da più “gruppi” di bambini è opportuna la disinfezione prima dello scambio.
Deve essere inoltre garantito un buon ricambio dell’aria in tutte le stanze, in maniera naturale, tenendo le finestre aperte per la maggior parte del tempo, tenendo conto del numero delle persone presenti nella stanza, del tipo di attività svolta e della durata della permanenza. Durante il ricambio naturale dell’aria è opportuno evitare la creazione di condizioni di disagio/discomfort (correnti d’aria o freddo/caldo eccessivo). Per quanto non riportato nel presente documento si rimanda alle indicazioni contenute nel Rapporto ISS COVID-19 n.5/2020 “Indicazioni ad interim per la prevenzione e gestione degli ambienti indoor in relazione alla trasmissione dell’infezione da virus SARS-CoV-2 – Gruppo di Lavoro ISS Ambiente e Qualità dell’Aria Indoor” e successive modifiche.
Garantire un buon ricambio dell’aria anche negli ambienti/spazi dove sono presenti i distributori automatici di bevande calde, acqua e alimenti. In questi ambienti deve essere garantita la pulizia/disinfezione periodica (da parte degli operatori professionali delle pulizie) e una pulizia/disinfezione giornaliera (da parte degli operatori addetti ai distributori automatici) delle tastiere dei distributori con appositi detergenti compatibilmente con i tipi di materiali.

Minori o familiari più fragili affetti da patologie croniche o con disabilità
Si precisa inoltre che, per tutti i minori con patologie specifiche o in caso di familiare/convivente del bambino affetto da condizioni che possano determinare una situazione di maggiore rischio di infezione da SARS-CoV-2, si sottolinea l’importanza delle valutazioni cliniche del Pediatra di Famiglia e del Medico di Medicina Generale in relazione all’opportunità alla frequenza del servizio per l’infanzia e l’adolescenza ed anche per l’eventuale necessità di applicare misure protettive aggiuntive individualizzate.
Per quanto riguarda i minori con disabilità, per i quali il rapporto numerico con educatore previsto dovrebbe essere di 1 a 1, dovrà richiedersi un’attenta analisi della situazione specifica, per evitare di esporre a rischi ulteriori situazioni già fragili, o che si presentano particolarmente critiche per la difficoltà di mantenere il distanziamento sociale.
Nella consapevolezza delle particolari difficoltà che le misure restrittive per contenere i contagi hanno comportato per bambini ed adolescenti con disabilità, e della necessità di includerli in una graduale ripresa della socialità, particolare attenzione e cura vanno rivolte alla definizione di modalità di attività e misure di sicurezza specifiche per coinvolgerli nelle attività estive.
Il personale coinvolto deve essere adeguatamente formato anche a fronte delle diverse modalità di organizzazione delle attività, tenendo anche conto delle difficoltà di mantenere il distanziamento, così come della necessità di accompagnare bambini ed adolescenti con disabilità nel comprendere il senso delle misure di precauzione.

1. Garantire, prima della riapertura, la pulizia e disinfezione di tutti i locali e di tutti gli oggetti.

2. Garantire la fornitura di tutti i DPI previsti ai propri dipendenti. Preferire DPI colorati e/o con stampe per evitare diffidenza da parte dei bambini.

3. Garantire la disponibilità di soluzioni idroalcoliche in tutta la struttura con particolare attenzione ai punti di ingresso. È necessario garantire la disponibilità di soluzioni/gel a base alcolica in più posizioni per consentire facile accesso a operatori, bambini/ragazzi, fornitori e genitori/accompagnatori, prestando attenzione a conservare i dispenser fuori dalla portata dei bambini per evitare ingestioni accidentali.

4. Verificare i requisiti di formazione del personale e prevedere un numero di operatori supplenti disponibili in caso di necessità. In via complementare, costituirà un’opportunità positiva la possibilità di coinvolgimento di operatori volontari opportunamente formati; nel caso di volontari minori sono da considerare in soprannumero rispetto al rapporto tra operatori e bambini/ragazzi.

5. Predisporre per il personale dipendente, sia professionale che volontario, momenti di formazione specifica sui temi della prevenzione di COVID-19, del corretto utilizzo dei dispositivi di protezione individuale, delle misure di igiene, e sulle nuove modalità didattiche necessarie alla nuova organizzazione.

6. Informare i dipendenti che, qualora siano venuti a contatto con un caso confermato o sospetto di COVID-19 nei 14 giorni precedenti, devono astenersi dal lavoro e contattare immediatamente il proprio Medico Curante o il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica territorialmente competente.

7. Predisporre idoneo materiale informativo da appendere e consegnare a dipendenti e genitori rispetto alle indicazioni igienico comportamentali da tenere per contrastare la diffusione di SARS-CoV-2.

8. Raccogliere autocertificazione di operatori e genitori/tutori che loro stessi e i minori iscritti e i loro conviventi non siano sottoposti a quarantena o isolamento domiciliare fiduciario.

9. Per le segreterie favorire la gestione della documentazione per via telematica, se in presenza, gli addetti dovranno essere in possesso di idonei DPI e di postazioni dotati di barriere che evitino il contatto diretto con i genitori.

10. Predisporre idonea segnaletica con pittogrammi affini ai bambini.

11. Favorire il costante e frequente ricambio d’aria negli ambienti interni. Per gli impianti di condizionamento, è obbligatorio, se tecnicamente possibile, escludere totalmente la funzione di ricircolo dell’aria; se ciò non fosse tecnicamente possibile, vanno rafforzate ulteriormente le misure per il ricambio d’aria naturale e in ogni caso va garantita la pulizia, ad impianto fermo, dei filtri dell’aria di ricircolo per mantenere i livelli di filtrazione/rimozione adeguati, secondo le indicazioni tecniche di cui al documento dell’Istituto Superiore di Sanità).

1. Utilizzare sempre e correttamente tutti i DPI raccomandati previsti dal decreto legge che verranno forniti dal datore di lavoro.

2. Il personale dovrà provvedere ad una frequente igiene delle mani con acqua e sapone o in alternativa con soluzione idroalcolica: all’arrivo in struttura, ad ogni cambio attività, dopo l’utilizzo dei servizi igienici e prima dell’eventuale consumazione di pasti, ogni volta che si è venuti a contatto con i fluidi o secrezione di un bambino (prima di toccare altri bambini, superfici o giocattoli), prima di lasciare la struttura.

3. Il vestiario utilizzato all’interno del servizio non dovrà essere utilizzato in altri contesti sociali. 

4. Le scarpe da esterno dovranno essere lasciate in zona accoglienza e non utilizzate all’interno della struttura; all’interno della struttura utilizzare solo le scarpe previste per il lavoro.

5. Dovrà essere prevista la rilevazione quotidiana della temperatura corporea all’ingresso e all’uscita: in caso di T ≥ 37.5° il personale verrà immediatamente allontanato dalla struttura e dovrà contattare il proprio Medico di Medicina Generale.

6. In caso di sintomi che possano far sospettare una infezione da SARS-CoV-2 (a titolo di esempio non esaustivo: anosmia, ageusia, febbre, difficoltà respiratorie, tosse, congiuntivite, vomito, diarrea, inappetenza) il lavoratore non dovrà recarsi al lavoro e provvederà a restare in isolamento domiciliare, a contattare immediatamente il proprio Medico Curante e a comunicare al datore di lavoro la motivazione dell’assenza.

1. Tutti i fornitori devono rimanere all’esterno della struttura. È assolutamente vietato l’accesso se non si rispettano le misure di sicurezza previste per il personale educatore e dipendente.

2. Prima di arrivare in struttura i fornitori devono telefonare e avvisare circa l’orario del loro arrivo.

3. La merce consegnata deve essere appositamente conservata, evitando di depositare la stessa negli spazi dedicati alle attività dei bambini.

1. I minori potranno entrare presso la struttura accompagnati da un genitore per volta, è preferibile che sia sempre lo stesso genitore o la stessa figura di riferimento.

2. Al fine di tutelare la salute dei soggetti più fragili, è preferibile che gli accompagnatori non siano persone con più di 60 anni.

3. Se possibile, organizzare la zona di accoglienza all’esterno, segnalando con appositi riferimenti le distanze da rispettare.

4. La zona accoglienza/commiato, qualora in ambiente chiuso, dovrà essere adeguatamente pulita dopo ogni turno di ingresso e di uscita con particolare attenzione alla disinfezione delle superfici toccate con maggior frequenza.

5. Se possibile viene dedicata una porta di entrata e una porta di uscita, garantendo la presenza di soluzione idroalcolica, segnalata da apposite indicazioni, per l’igiene delle mani;

6. Dovrà essere prevista la rilevazione quotidiana della temperatura corporea, congiuntamente a quella del genitore, all’arrivo in struttura e all’uscita: in caso di temperatura ≥ 37.5° all’ingresso il bambino non potrà accedere alla struttura e dovrà essere il genitore a contattare il proprio Pediatra di Libera Scelta o il Medico di Medicina Generale.

7. Gli orari di ingresso ed uscita saranno ampliati in modo tale da evitare assembramenti tra bambini e accompagnatori.

8. Non è consentito portare dall’esterno all’interno della struttura oggetti o giocattoli.

9. Il lavaggio delle mani del minore sarà effettuato al suo arrivo dal personale del servizio non appena sarà lasciato dai genitori,poi verrà offerto ai bambini/ragazzi, oltre ai soliti rituali, in modo sistematico, ad ogni cambio attività, dopo l’utilizzo dei servizi e prima dell’eventuale pasto, ed infine all’uscita dalla struttura prima di essere riconsegnato all’accompagnatore.

1. Creazione di piccoli gruppi evitando le attività di intersezione tra gruppi diversi, in rapporto operatori/bambini di:
● 1:5 nel caso di bambini da 0 a 5 anni;
● 1:7 nel caso di bambini da 6 a 11 anni;
● 1:10 nel caso di ragazzi da 12 a 17 anni.

2. Favorire un’organizzazione che mantenga, per quanto possibile, lo stesso personale a contatto con lo stesso gruppo di minori evitando sovrapposizioni ed intersezioni.

3. In considerazione della necessità di favorire, per quanto possibile, il distanziamento interpersonale compatibilmente all’età e al grado di autonomia, organizzare una pluralità di diversi spazi per lo svolgimento delle attività programmate.

4. Le verifiche sulla funzionalità dell’organizzazione dello spazio ad accogliere le diverse attività programmate non possono prescindere dalla valutazione dell’adeguatezza di ogni spazio dal punto di vista della sicurezza.

5. Per i più piccoli, il momento dell’eventuale cambio e dell’utilizzo dei servizi deve essere svolto dal personale in modo tale da evitare assembramenti nel bagno e da garantire la pulizia prima dell’accesso del bambino successivo.

6. Per i più piccoli, il cambio dei pannolini sarà eseguito dal personale munito di DPI (guanti, mascherina e visiera protettiva) e verrà utilizzata solo carta usa e getta.

7. Per i più piccoli, terminato il cambio, disinfettare il fasciatoio ed eventuali altre superfici utilizzate, con i prodotti specifici, facendo attenzione a lavarsi le mani al termine delle procedure.

8. Si raccomanda che la biancheria utilizzata dai minori venga lavata regolarmente dai genitori, possibilmente ad una temperatura > 60°.

9. Prediligere l’utilizzo di spazi esterni anche per pranzi e riposo.

10. In caso di utilizzo di spazi chiusi, il momento del pranzo dovrà essere strutturato in modo da favorire il mantenimento della distanza interpersonale e evitare nella stessa sala l’intersezione tra gruppi diversi, organizzando il pranzo anche a turni o utilizzando più sale o sale più ampie.

11. Per quanto riguarda i pasti nel rispetto delle normative vigenti, vanno previste monoporzioni e utilizzo di posate e bicchieri monouso quando non è possibile garantire un’adeguata igienizzazione con lavaggio in lavastoviglie.

12. Pulire e disinfettare i tavoli di consumazione e aerare gli ambienti ad ogni fine turno mensa.

13. Il riposo pomeridiano per i più piccoli potrà essere fatto negli appositi materassini o lettini che dovranno essere ad uso esclusivo del singolo bambino. La biancheria (es. lenzuola) deve essere ad uso esclusivo del bambino ed andrà periodicamente lavata ad una temperatura > 60°.

14. Ove possibile si raccomanda e si predilige l’attività all’aperto (ove non vi sia presenza di esterno, creare rete con il comune ed appoggiarsi a parchi, spazi aperti, cortili delle chiese, fattorie didattiche, sociali ed aree rurali, ecc.), tenendo conto di adeguate zone d’ombra, con attività programmate per sottogruppi.

15. I giochi e il materiale in genere destinato alle attività dovrà essere ad uso di un singolo “gruppo” di bambini/ragazzi. Se usati da più “gruppi” diversi è opportuna la disinfezione prima dello scambio. Per i più piccoli: attenzione a sciacquare nuovamente con acqua, dopo la disinfezione, i giochi che vengono messi in bocca dai bambini e lasciar asciugare, mentre nel caso di peluche lavabili si consiglia il lavaggio alla temperatura maggiore consentita, e la completa asciugatura.

16. Nel caso dei bambini più piccoli, favorire una programmazione di attività che eviti l’uso promiscuo di giocattoli, con particolare attenzione a quelli che possono essere portati alla bocca e condivisi tra i bambini stessi. Quando un bambino termina di giocare con un determinato oggetto, quest’ultimo deve essere messo in una scatola comune in attesa di idonea disinfezione a fine turno.

17. Vietare di portare giochi, alimenti o altri oggetti da casa.

18. Prediligere giochi e oggetti facilmente lavabili. Eliminare il materiale ludico e i complementi di arredo difficili da pulire e disinfettare.

19. Si raccomanda la riduzione di materiale ludico a cui il bambino/ragazzo possa accedere in autonomia e la messa a disposizione del solo materiale utile al gioco/attività del momento.

20. Favorire, per quanto possibile e compatibilmente al servizio svolto, formule di accoglimento e accudimento dei bambini più piccoli che prevedano attività singole e non di gruppo, come ad esempio colorare schede, giocare con le costruzioni, leggere fiabe, giocare con paste modellatrici, favorire ogni attività al banco. Lo stesso vale per le attività dei ragazzi, che devono privilegiare modalità che permettano di adoperare tutte le possibili misure di distanziamento finalizzate a contenere il rischio di contagio.

21. Distanziare i banchi e le postazioni di gioco a 1,5/2 metri.

22. Limitare gli spostamenti dei bambini/ragazzi e degli operatori all’interno degli ambienti dedicati al servizio.

23. Se al chiuso, consumare qualsiasi pasto, compresa la merenda, su postazioni distanziate. È comunque da prediligere l’outdoor.

1. Ai genitori (o accompagnatori) non è consentito l’accesso alla struttura ad eccezione che per l’area accoglienza/commiato.

2. I genitori devono evitare assembramenti negli spazi esterni (inclusi piazzale o parcheggio antistante).

3. I genitori devono sempre essere muniti di apposita mascherina correttamente posizionata, nel rispetto delle raccomandazioni nazionali e regionali.

4. All’ingresso dell’area di accoglienza/commiato, e comunque prima di procedere ad entrare in contatto con qualsiasi superficie o oggetto, l’accompagnatore dovrà lavarsi le mani con soluzione idroalcolica.

5. Dovrà essere prevista la rilevazione quotidiana della temperatura corporea all’ingresso e all’uscita a tutti i genitori/accompagnatori contestualmente a quella del minore: in caso di T ≥ 37.5° del genitore/accompagnatore, il bambino e il genitore verranno immediatamente allontanati dalla struttura e invitati a rivolgersi al proprio Medico Curante.

1. Dovrà essere garantito un buon ricambio dell’aria in tutti gli spazi chiusi frequentati, in maniera naturale, aprendo le finestre per la maggior parte del tempo, tenendo conto del numero delle persone presenti nella stanza, del tipo di attività svolta e della durata della permanenza. Durante il ricambio naturale dell’aria si deve evitare la creazione di condizioni di disagio/discomfort (correnti d’aria o freddo/caldo eccessivo).

2. Le superfici a maggior contatto con le mani (es. maniglie delle porte, interruttori, corrimano, etc.) dovranno essere disinfettate regolarmente almeno una volta al giorno.

3. Dovrà essere garantita la disponibilità di soluzioni/gel a base alcolica, con particolare attenzione alle zone di ingresso/uscita, ed in più posizioni per consentire facile accesso agli operatori, minori, fornitori e genitori/accompagnatori.

4. Dovrà essere garantito l’utilizzo di carta monouso su ciascun lavabo.

5. Riorganizzare le strutture e le attività svolte al fine di garantire la presenza dei soli arredi, oggetti e giochi strettamente indispensabili.

6. Pulizia accurata dei locali una volta al giorno con particolare attenzione alla zona filtro/commiato.

7. Disinfezione dei servizi igienici almeno una volta al giorno.

8. Le superficie toccate più frequentemente e i materiali/giochi di maggior utilizzo dovranno essere sottoposti a maggiori attenzioni con regolare disinfezione, con particolare attenzione a quanto contaminato da secrezioni respiratorie e/o saliva, e comunque ogni volta che gli stessi vengono utilizzati da un nuovo gruppo di bambini/ragazzi.

Caso confermato di COVID-19

Nell’eventualità di presenza di un caso confermato di COVID-19 che frequenta il servizio per l’infanzia e l’adolescenza (personale dipendente o minore) si procederà come segue:

1. il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica territorialmente competente viene tempestivamente informato attraverso le modalità previste dal flusso informativo regionale;

2. il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica dispone l’immediata chiusura della struttura per un periodo indicativo di 2-5 giorni, compatibile con l’attuazione delle misure di contact tracing, sorveglianza sanitaria, isolamento domiciliare fiduciario e quarantena sulla base delle valutazioni di competenza.

3. tutte le famiglie di eventuali altri gruppi vengono tempestivamente informate e invitate in misura precauzionale a rispettare il distanziamento sociale in attesa degli esiti dell’inchiesta epidemiologica;

4. sulla base delle attività di contact tracing il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica, con la collaborazione di struttura e genitori, individua tutti i soggetti che sono stati o possono essere stati a contatto stretto con il caso (es. personale dipendente a contatto con il gruppo a cui appartiene il bambino, e gli altri bambini del gruppo ristretto) per i quali va quindi disposto il periodo di isolamento domiciliare fiduciario o la quarantena e l’esecuzione del tampone nasofaringeo;

5. il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica valuterà se estendere l’esecuzione dei controlli anche ad altri contatti occasionali all’interno della struttura in funzione della tipologia del contatto stesso e in virtù degli esiti dei test effettuati;

6. tutti gli ambienti con cui il caso positivo di COVID-19 è venuto in contatto devono essere sottoposti a ricambio dell’aria, a pulizia e disinfezione, se possibile aspettando almeno 24 ore, prima di poter riaprire al pubblico, in accordo con il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica territorialmente competente;

7. il caso positivo per COVID-19 (bambino o operatore) potrà riprendere la frequenza del servizio per l’infanzia solo dopo la documentazione dell’avvenuta guarigione clinica contestualmente alla negativizzazione di due tamponi nasofaringei ripetuti a distanza di almeno 24 ore uno dall’altro in accordo con le indicazioni nazionali e regionali.

Contatto di un soggetto che frequenta il servizio con un caso confermato di COVID-19 (non frequentante il servizio)

Nell’eventualità di un soggetto che frequenta il servizio per l’infanzia (personale dipendente o bambino/ragazzo) che è stato contatto di un caso confermato di COVID-19, si dispone per il soggetto stesso la sospensione della frequenza e la quarantena ad opera del Servizio di Igiene e Sanità Pubblica che provvederà agli accertamenti (incluso tampone nasofaringeo al termine della quarantena) del caso in collaborazione con il Pediatra di Libera Scelta.

Bambino o operatore con sintomi sospetti (non confermato)

In caso di soggetto (bambino o operatore) che frequenta la struttura e che presenta sintomi febbrili e/o respiratori (e/o gastrointestinali specie nel bambino), si dovrà procedere come segue:

1. il soggetto deve essere immediatamente isolato, invitato a rientrare al proprio domicilio e contattare il Medico di Medicina Generale o Pediatra di Libera Scelta, segnalando allo stesso la frequenza di un servizio per l’infanzia e l’adolescenza;

2. nel caso si tratti di sintomatologia sospetta, sarà il Medico Curante ad attivare le procedure localmente previste per l’esecuzione del tampone nasofaringeo. Il soggetto sintomatico verrà posto in isolamento domiciliare fiduciario e tutti i contatti scolastici (bambini del gruppo e relativi operatori dedicati) verranno posti in quarantena in attesa dell’esito del test diagnostico del caso sospetto:

● in caso di tampone positivo vedere indicazioni per caso confermato;

● in caso di tampone negativo per COVID-19 il soggetto ammalato potrà riprendere a frequentare gli ambienti scolastici ad avvenuta guarigione clinica mentre gli altri bambini ed operatori potranno riprendere a frequentare gli ambienti scolastici solo dopo la notifica dell’esito negativo del test diagnostico eseguito nel soggetto ammalato.

Genitore o convivente del bambino che presenta sintomi sospetti

In considerazione del fatto che la letteratura scientifica pubblicata evidenzia che frequentemente la popolazione pediatrica manifesta forme asintomatiche o paucisintomatiche in caso di infezione da SARS-CoV-2, particolare attenzione deve essere posta alle condizioni di salute dei genitori, familiari e conviventi (contatti stretti) di tutti i bambini che frequentano il servizio. In caso di genitore o convivente che presenta sintomatologia febbrile o respiratoria, il bambino non dovrà frequentare il servizio, in attesa che il soggetto malato concordi con il Medico Curante le eventuali indicazioni e/o accertamenti. Il rispetto di tale indicazione rientra nell’accordo tra genitori ed ente gestore di cui in premessa.

Bonus Centri Estivi 2020

Bonus per iscrizione ai Centri Estivi

In considerazione del permanere della situazione di gravità eccezionale derivante dal contagio COVID-19, l’articolo 72 del decreto legge n. 34 del 19 maggio 2020 (in G.U. 128 del 20 maggio) è intervenuto apportando significative modifiche agli articoli 23 e 25 del decreto-legge 17 marzo 2020 n. 18 (cd. Cura Italia), con i quali è stato introdotto il cd. “bonus per servizi di baby sitting”.

A seguito dell’emanazione del decreto legge n. 34/2020, è’ possibile presentare la domanda per i due nuovi bonus introdotti per servizi di BABY SITTING e per l’iscrizione ai CENTRI ESTIVI E SERVIZI INTEGRATIVI PER L’INFANZIA.

A tali bonus possono accedere coloro che non abbiano mai presentato la domanda per la prestazione bonus baby sitting, con possibilità di vedersi riconosciuto un importo che può arrivare fino ad un massimo di 1.200 euro ovvero di 2.000 euro, a seconda del settore di appartenenza.

Inoltre, possono presentare la domanda per i nuovi bonus anche coloro che abbiano già fruito della prestazione bonus per servizi di baby sitting e che hanno ricevuto la somma pari a 600 euro ovvero a 1.000 euro a seconda del settore di appartenenza. Tali ultimi soggetti possono effettuare una nuova richiesta di bonus finalizzata ad ottenere l’importo integrativo del precedente, senza tuttavia superare gli importi massimi previsti pari a 1.200 o 2.000 euro. In tal caso, verrà erogato l’importo residuo tenendo in considerazione quanto già percepito (di norma 600 o 1.000 euro) con possibilità di continuare a fruire del bonus per servizi di baby sitting mediante libretto famiglia, oppure scegliendo i centri estivi e i servizi integrativi per l’infanzia sempre.
Si conferma l’alternatività delle misure rispetto alla fruizione del congedo parentale di cui all’articolo 23 del dl cura Italia; inoltre, con riferimento all’altro genitore si ricorda che questi non deve risultare percettore di NASPI ovvero di altro strumento di sostegno al reddito, né essere disoccupato o non lavoratore alla data della domanda.

Infine, il bonus per l’iscrizione ai centri estivi e ai servizi integrativi per l’infanzia non può essere fruito per gli stessi periodi di fruizione del bonus nido erogato dall’INPS, ai sensi della legge 232/2016 e successive modifiche e integrazioni.

A CHI SPETTANO

I nuovi bonus per servizi di baby sitting e centri estivi e servizi integrativi per l’infanzia possono spettare alle seguenti categorie di lavoratori:

• dipendenti del settore privato;
• iscritti in via esclusiva alla Gestione separata di cui all’articolo 2, comma 26, della legge 8 agosto 1995, n. 335;
• autonomi iscritti all’INPS
• autonomi iscritti alle casse professionali

Per tali soggetti, i bonus spettano nel limite massimo complessivo per il nucleo familiare di 1.200 euro, da utilizzare per prestazioni di baby sitting ovvero in caso di iscrizione a centri estivi e per servizi integrativi per l’infanzia nel periodo di chiusura dei servizi educativi scolastici e fino al 31 luglio 2020 (es. in presenza di più figli, di età inferiore a 12 anni, il bonus può essere richiesto anche per tutti i figli, ma in misura complessivamente non superiore a 1.200 euro per il nucleo familiare). Per i soggetti appartenenti alle predette categorie di lavoratori che abbiano già presentato la domanda per la prestazione e ai quali sia già stato erogato l’importo pari a 600 euro, in caso di presentazione di una nuova domanda, potrà essere erogato l’importo residuo.

Nel medesimo periodo dal 5 marzo fino al 31 luglio 2020, i bonus per i servizi indicati spettano altresì ai lavoratori
dipendenti del settore sanitario pubblico e privato accreditato, alternativamente al congedo specifico di cui stiano già fruendo, appartenenti alle seguenti categorie:

• medici;
• infermieri;
• tecnici di laboratorio biomedico;
• tecnici di radiologia medica;
• operatori sociosanitari.

In via ulteriore, i bonus spettano anche al personale del comparto sicurezza, difesa e soccorso pubblico impiegato per le esigenze connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19.

In tali casi, i bonus sono riconosciuti dall’INPS nel limite massimo complessivo di 2.000 euro per nucleo familiare. Per i soggetti appartenenti alle predette categorie di lavoratori che abbiano già presentato la domanda per la prestazione e ai quali sia già stato erogato l’importo pari a 1.000 euro, in caso di presentazione di una nuova domanda potrà essere erogato l’importo residuo.

Per quanto concerne le modalità di erogazione della prestazione, i bonus sono erogati dall’INPS mediante il Libretto Famiglia di cui all’articolo 54-bis del decreto-legge 24 aprile 2017, n. 50, in tal caso, i beneficiari hanno l’onere di registrarsi tempestivamente come utilizzatori di Libretto Famiglia sul sito INPS, nell’apposita sezione dedicata alle prestazioni occasionali >Libretto Famiglia link. Parimenti, devono registrarsi come prestatori sulla piattaforma
dell’INPS dedicata alle Prestazioni occasionali i soggetti che prestano i servizi di baby-sitting.
Dopo tali adempimenti preliminari, una volta concesso il bonus da parte dell’INPS, il genitore beneficiario deve effettuare la c.d. “appropriazione” del bonus tramite Libretto Famiglia entro il termine di 15 giorni solari dalla ricezione della comunicazione di accoglimento della domanda, mediante i canali telematici indicati nella domanda stesa. Potranno essere remunerate tramite Libretto Famiglia le prestazioni lavorative di baby-sitting svolte a decorrere dal 5 marzo 2020 e fino al 31 luglio 2020, rendicontate nell’apposita procedura entro il 31 dicembre 2020.

L’art. 72 del dl 34/2020 ha introdotto la possibilità di optare, per una parte o per anche per tutto l’importo complessivamente spettante dei bonus (al netto di quanto già utilizzato mediante libretto famiglia), di una somma che verrà accreditata direttamente al richiedente, in caso di comprovata iscrizione ai centri estivi, ai servizi integrativi per l’infanzia di cui all’articolo 2, del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65, ai servizi socio-educativi territoriali, ai centri con funzione educativa e ricreativa e ai servizi integrativi o innovativi per la prima infanzia.

La fruizione del bonus per servizi integrativi per l’infanzia di cui al periodo precedente è incompatibile con la fruizione, negli stessi periodi, del bonus asilo nido di cui all’articolo 1, comma 355, legge 11 dicembre 2016, n.232, come modificato dall’articolo 1, comma 343, della legge 27 dicembre 2019, n. 160. Occorrerà, pertanto, in sede di domanda per la nuova prestazione, formalizzare la rinuncia ad eventuali mensilità del bonus nido già prenotate dall’utente nell’apposita procedura bonus asilo nido.
Nel caso di opzione per la frequenza ai centri estivi e per servizi integrativi, il genitore dovrà allegare alla domanda della prestazione l’iscrizione ai suddetti centri e strutture che offrono servizi integrativi per l’infanzia, indicando anche i periodi di iscrizione del minore al centro (minimo una settimana) che non potranno andare oltre la data del 31 luglio 2020. Inoltre, dovrà essere allegata anche la documentazione comprovante la spesa sostenuta con indicazione del relativo importo. La somma erogata sarà parametrata ai periodi di frequenza al centro estivo/servizio integrativo dichiarati nel modello di domanda.

Nella procedura dovranno essere indicati la ragione sociale e la partita iva (o il codice fiscale) nonchè il tipo di struttura, selezionando il codice identificativo tra le seguenti tipologie previste dal nomenclatore degli interventi e servizi sociali:

· Centri e attività diurne (L)
· Centri con funzione educativo-ricreativa (LA)
· Ludoteche (L1)
· Centri di aggregazione sociale (LA2)
· Centri per le famiglie (LA3)
· Centri diurni di protezione sociale (LA4)
· Centri diurni estivi (LA5)
· Asili e servizi per la prima infanzia (LB)
· Asilo Nido (LB1)
· Servizi integrativi o innovativi per la prima infanzia (LB2)
· Servizi integrativi o innovativi per la prima infanzia: spazi gioco (Lb2.2)
· Servizi integrativi o innovativi per la prima infanzia: centri bambini genitori (LB2.3)

Si ricorda che il beneficio spetta anche ai genitori affidatari (per le adozioni nazionali e internazionali e gli affidi
preadottivi) a condizione che nel nucleo familiare l’altro genitore (naturale o affidatario) non sia beneficiario di strumenti di sostegno al reddito in caso di sospensione o cessazione dell’attività lavorativa (es. NASPI, CIGO, CIGS, ecc.), non sia disoccupato o non lavoratore.

Il limite di età, pari a 12 anni, non si applica in riferimento ai figli con disabilità in situazione di gravità accertata ai sensi dell’articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, iscritti a scuole di ogni ordine e grado o ospitati in centri diurni a carattere assistenziale.

Attenzione: salvo quanto previsto per i minori portatori di handicap grave, in tutti i casi, il limite dei 12 anni di età non deve essere superato alla data del 5 marzo 2020.

Al raggiungimento del volume di domande che comporta l’esaurimento dello stanziamento indicato, le successive istanze che pervengono all’INPS saranno ammesse e protocollate con riserva di accettazione, a condizione che residuino somme disponibili.

La domanda di bonus per servizi di baby sitting potrà essere presentata sul portale dell’Istituto www.inps.it, con le seguenti modalità:

WEB – www.inps.it – sezione “Servizi online” > “servizi per il cittadino” > autenticazione con il
PIN dispositivo > domanda di prestazioni a sostegno del reddito > bonus servizi di baby- sitting;
CONTACT CENTER INTEGRATO – numero verde 803.164 (gratuito da rete fissa) o numero 06 164.164 (da rete mobile con tariffazione a carico dell’utenza chiamante);
PATRONATI – attraverso i servizi offerti gratuitamente dagli stessi.

Puoi cercare in Gazzetta Ufficiale il testo del Decreto Legge n. 34 del 19 maggio 2020 (Decreto Rilancio), che per quanto riguarda il bonus modifica l’articolo nr.18 del decreto-legge  17  marzo  2020, convertito, con modificazioni, dalla legge 24  aprile  2020,  n.  27.

Accedi al sito dell’INPS per inoltrare la tua richiesta o contatta la nostra segreteria per ulteriori informazioni. Ti consigliamo fortemente di utilizzare il bonus se ne hai diritto, è una forma molto importante di supporto economico per accedere all’attività.

Vai alle attività Estive 2020

Centro Estivo Longare 2020

Centro estivo Longare

Scuola secondaria I grado Costozza di Longare VI

Dal 15 giugno al 04 settembre 2020

L’estate è il tempo di ritorno alla socialità e alla relazione tra il gruppo dei pari. Scegliere un centro estivo Pop Corner vuol dire scegliere un ritorno alla normalità, accompagnato da personale qualificato, per aiutare i partecipanti a costruire regole comuni per tornare a giocare, fare i compiti, scherzare e divertirsi assieme.

Ass. Pop Corner in accordo con l’amministrazione comunale di Longare e in collaborazione con le  realtà del terzo settore del territorio porta avanti questa attività su tutta l’estate, aprendola anche per gli adolescenti, consci dell’importanza di tornare a stare assieme dopo mesi di distanziamento obbligato.

Per farlo però servono regole condivise per dare la sicurezza che è importante trasmettere per i servizi destinati ai bambini e agli adolescenti. In questa informativa troverai tutte le nostre linee guida e la nostra organizzazione.

Descrizione della proposta

Il centro estivo è luogo in cui si coniugano i bisogni di socializzazione, ludici e di crescita del bambino e le intenzionalità pedagogiche, didattiche ed educative dell’educatore. Esso genera relazioni significative ed esperienze di vita.

Le attività di laboratorio che lo caratterizzano, sportive e ricreative che siano, si fondano su una metodologia che mette al centro la relazione educativa e che considera il “valore del gioco” come strumento pedagogico fondamentale nei processi di crescita di ogni bambino e ragazzo. Il lavoro educativo viene svolto sul gruppo ed è finalizzato alla crescita personale di ciascuno, con l’obiettivo di consolidare la personalità, di migliorare il rapporto con gli altri, di acquisire senso critico e apertura nei confronti della vita e del reale.

L’associazione Pop Corner, che incoraggia la socializzazione mediante un tempo libero creativo e formativo, si concentra sull’attuazione di centri ricreativi estivi che possano vedere realizzato il quadro descritto, con l’obiettivo di mettere in campo nuove strategie educative sempre coerenti con l’evoluzione della società moderna. All’interno di questa vision, la Natura è luogo educativo per eccellenza e al tempo stesso uno strumento ed un fine delle nostre attività. Sono diversi gli aspetti rilevanti dello svolgere le attività in un contesto naturale significativo:

  • l’avventura: l’atmosfera di avventura nella quale vengono pensate e proposte le attività è un elemento discriminante per garantire il divertimento dei bambini/ragazzi. Gli spazi e le possibilità che il territorio di Longare offre sono la chiave di questa atmosfera e dunque del divertimento dei nostri piccoli ospiti.
  • affrontare l’ignoto: da sempre l’uomo è affascinato dalla natura e ne studia i fenomeni, anche solo per semplice curiosità. Proprio questa curiosità è particolarmente presente nei bambini e nei ragazzi più grandi diventa sfida.
  • “osservare-dedurre-agire”, come più sopra descritto, è un processo che può innescarsi spontaneamente quando ci si confronta con la natura e i suoi fenomeni.
  • conoscenza delle proprie e delle altrui risorse/capacità: conseguenza dei punti precedenti è l’emergere delle risorse individuali per far fronte alle sfide e agli stimoli che la natura pone.

Protocollo sanitario

Ingresso e uscita

Dalle 7.30 alle 9.00 – Misurazione della febbre in una zona esterna all’area dell’attività, accede solo il partecipante con temperatura < 37.5. 

Igienizzazione mani e poi si accede. Si entra una alla volta e i genitori/accompagnatori sono invitati a mettersi in fila distanziati

Piccoli gruppi

I bambini svolgeranno le attività in piccoli gruppi e prevalentemente all’aperto come da indicazioni delle autorità. Inoltre si cercherà di garantire per quanto possibile la continuità educativa con il personale lungo il periodo.

Pranzo e merende

Verranno forniti dei cestini ad ognuno con il pranzo completo, primo – secondo – contorno – frutta – acqua. In caso di numeri elevati si organizzeranno dei turni. Si mangerà sempre in esterna tempo permettendo, altrimenti in spazi adibiti a mensa presso le strutture, rispettando le distanze di sicurezza. Ogni partecipante può portare la merenda da casa.

Quote

Sezione 6-11 anni

Quota fino alle 12.00

1 settimana 70,00€

4 settimane 260,00€

tutto il periodo 700,00€

Pranzo non incluso, attività della sola mattina. Il venerdì si va in piscina con tutti gli altri, ritorno previsto ore 16.30/17.00

Quota fino alle 14.00

1 settimana 90,00€

4 settimane 330,00€

tutto il periodo 900,00€

Pranzo incluso. Il venerdì si va in piscina con tutti gli altri, ritorno previsto ore 16.30/17.00

Quota fino alle 17.00

1 settimana 100,00€

4 settimane 360,00€

tutto il periodo 1000,00€

Pranzo incluso.

Quota fino alle 12.00

1 settimana 70,00€

4 settimane 260,00€

tutto il periodo 700,00€

Pranzo non incluso, attività della sola mattina. Il venerdì si va in piscina con tutti gli altri, ritorno previsto ore 16.30/17.00

Quota fino alle 14.00

1 settimana 90,00€

4 settimane 330,00€

tutto il periodo 900,00€

Pranzo incluso. Il venerdì si va in piscina con tutti gli altri, ritorno previsto ore 16.30/17.00

Quota fino alle 17.00

1 settimana 100,00€

4 settimane 360,00€

tutto il periodo 1000,00€

Pranzo incluso.

Sezione 12-14 anni

Quota fino alle 12.00

1 settimana 60,00€

4 settimane 220,00€

tutto il periodo 600,00€

Pranzo non incluso, attività della sola mattina. Il venerdì si va in piscina con tutti gli altri, ritorno previsto ore 16.30/17.00

Quota fino alle 14.00

1 settimana 80,00€

4 settimane 300,00€

tutto il periodo 800,00€

Pranzo incluso. Il venerdì si va in piscina con tutti gli altri, ritorno previsto ore 16.30/17.00

Quota fino alle 17.00

1 settimana 90,00€

4 settimane 330,00€

tutto il periodo 900,00€

Pranzo incluso.

Quota fino alle 12.00

1 settimana 60,00€

4 settimane 220,00€

tutto il periodo 600,00€

Pranzo non incluso, attività della sola mattina. Il venerdì si va in piscina con tutti gli altri, ritorno previsto ore 16.30/17.00

Quota fino alle 14.00

1 settimana 80,00€

4 settimane 300,00€

tutto il periodo 800,00€

Pranzo incluso. Il venerdì si va in piscina con tutti gli altri, ritorno previsto ore 16.30/17.00

Quota fino alle 17.00

1 settimana 90,00€

4 settimane 330,00€

tutto il periodo 900,00€

Pranzo incluso.

Dal 15 giugno al 19 giugno

6-11 anni
12-14 anni

Tesseramento

Per chi non è socio nell’anno corrente è necessario il tesseramento all’associazione per la copertura assicurativa (10,00€ validi fino al 31/12 dell’anno in cui si sottoscrivono).

Sconto fratelli

Sconto del 10% sulla quota del secondo fratello in poi.

Novità! Bonus Centri Estivi

Cos’è

A disposizione fino a 1200€ da spendere per i centri estivi e usufruire gratuitamente del servizio. Per chi lavora nella sanità l’importo è di 2000€.

Beneficiari, come e dove si richiede

Entrambi i genitori lavoratori senza misure di sostegno al reddito. Entra con il tuo pin nel portale dell’INPS (richiedilo quanto prima se non ne sei in possesso) e richiedi il bonus. Se hai bisogno di assistenza chiamaci. Comunica alla segreteria l’erogazione del bonus per la chiusura della pratica amministrativa.

 
 

Modalità di iscrizione

1- Socio o non socio?

Per prima cosa se non sei mai stato socio di Pop Corner e non hai mai frequentato le nostre attività, devi compilare il form di tesseramento cliccando "diventa socio! nel menù del sito. Una volta compilato il form sia nella parte di tutore che nella parte del socio (che sarà il minorenne che frequenterà le attività) la nostra segreteria riceverà la tua richiesta di tesseramento. Passa presso la nostra sede per la firma e ricevere la tua copia, o richiedi il documento via mail o whatsapp per firmarlo comodamente da casa e re-inviarcelo completo di firma.

2- Iscrizione alle settimane

Procedi a contattarci via whatsapp al 3668905999 oppure chiamandoci allo 0444636597 oppure via mail a segreteria@popcorner.academy indicandoci nome e cognome del partecipante, centro estivo, settimane e proposta a cui si vuole aderire (parziale, parziale+pranzo, completa). A quel punto generiamo l'ordine e lo invieremo nel canale a te più congeniale per procedere al pagamento dello stesso. Verranno chieste eventuali allergie o note da trasmettere al coordinatore.

3- Pagamento

Si procede al pagamento del periodo sottoscritto entro il venerdì precedente. Si può procedere tramite bonifico, paypal, o contante e carte presso la nostra sede amministrativa di Montegalda.
Verranno organizzati anche turni di segreteria presso la location del centro ma ne daremo comunicazione una volta cominciate le attività, in base a tempi e spazi disponibili per la gestione segreteria in loco.

4- Applicazione per cellulare

Via sms ad ogni tutore verrà inviato l'invito per scaricare la nostra App dalla quale potrete avere sempre sotto controllo la situazione di pagamenti ed iscrizioni del proprio figlio. Oltre a questo, su richiesta, si possono avere le credenziali per accedere via desktop allo stesso portale, in caso non si avesse spazio di memoria sul cellulare e ci si volesse connettere a mezzo pc o browser del cellulare.

Dove siamo


Come arrivo al centro estivo?

Via Ragazzi del '99, Costozza di Longare VI

Autostrada

Montegaldella-Longare : autostrada A27 Valdastico Sud.

Strada normale

Da Padova si consiglia di prendere la statale SR11 in direzione Vicenza; una volta arrivati a Sarmego) girare a sinistra alla rotatoria in direzione Longare e poi proseguire per Costozza.

Da Vicenza si consiglia di prendere la provinciale SP27 (Riviera Berica) e proseguire fino a Longare; girare a destra una volta arrivati al supermercato A&O e ancora a destra dopo 200 metri su via Ragazzi del ’99.

Altre informazioni

Cosa portare

Cambio completo (maglietta, calzini, pantaloni corti), cambio scarpe per spazi interni, cappello, mascherina (6-14 anni), borraccia, merenda, compiti+ astuccio (6-14 anni), kway o ombrello, asciugamano piccolo per le mani.

Giornata in piscina

Al mercoledì si vivrà una giornata presso la Piscina di Bosco di Nanto, in via dei Pilastri 14. Chiediamo ai genitori quindi di accompagnarli direttamente presso la piscina, per vivere la giornata presso gli spazi gioco e il prato della struttura.
Viene garantito l’orario di accesso dalle 7.30 alle 9.00 e per tutti coloro che vorranno si potrà rimanere fino alle 17.00, anche chi ha sottoscritto la proposta fino alle 12 o 14. Il pranzo durante la giornata in piscina sarà al sacco, e ci sarà la possibilità di prendere un gelato o una granita presso il chiosco della piscina.
Cosa portare in piscina
Costume (già indossato dalla mattina) e cuffia / Asciugamano o telo per stendersi / Ciabatte / Crema solare / Cappello con frontino / Cambio vestiti / Pranzo al sacco e merende.

Quando

Da lunedì 15 giugno a venerdì 4 settembre 2020, dalle 7.30 alle 17.00. Il servizio sarà continuativo in tutte le settimane, a meno di mancanza del numero minimo.

Location

Spazio 1 Scuola secondaria I grado, in via Ragazzi del ‘99 Longare VI

Spazio 2 Scuola primaria Costozza,  Via Europa, 26, Longare VI

Spazio 3 Scuola primaria Lumignano,  Piazza Luigi Mazzaretto 5 Longare VI

Verranno sfruttati principalmente gli spazi esterni delle strutture citate. Le strutture 2-3 verranno attivate al bisogno e al raggiungimento del numero massimo di capienza dello spazio/struttura precedente. 

 

Mascherina

Obbligatorio averla con sè, cercheremo di attuare distanze di sicurezza in molti momenti della giornata per permettere a tutti di respirare liberamente. Anche il personale avrà l’obbligo di indossare la mascherina.

Tempo parziale o completo

Il tempo parziale prevede l’orario fino alle 12.00 senza il pranzo,
Il tempo parziale + pranzo prevede l’orario fino alle 14.00 con il pranzo incluso.
Il tempo completo prevede l’orario fino alle 17.00 con il pranzo incluso.

Coordinatore

6-14 anni Enrico Zennaro 3333449800

Seguici sui nostri social

Centro estivo in fattoria 2020

Centro estivo in fattoria

Presso lo Yama Ranch, Montegaldella (VI)

Dal 15 giugno al 04 settembre 2020

Attività ricreative in maneggio a contatto con la fattoria e con i cavalli. Le attività si realizzano in simbiosi con gli animali; nei bambini/ragazzi nasce quindi un legame affettivo con il proprio cavallo e il centro estivo viene vissuto e riconosciuto come ambiente famigliare divenendo momento di spontaneità e di cura degli animali e dell’ambiente. Le attività oltre che con il cavallo si basano anche sull’impiego di elementi della natura come “terreno di gioco”, come materiale base per laboratori manuali, come strumenti per cucinare, fare il fuoco, ecc. I bambini/ragazzi sperimentano così in maniera equilibrata il concetto di una Natura utile all’uomo (educazione alla sostenibilità).

Descrizione della proposta

Il centro estivo è luogo in cui si coniugano i bisogni di socializzazione, ludici e di crescita del bambino e le intenzionalità pedagogiche, didattiche ed educative dell’educatore. Esso genera relazioni significative ed esperienze di vita.

Le attività di laboratorio che lo caratterizzano, sportive e ricreative che siano, si fondano su una metodologia che mette al centro la relazione educativa e che considera il “valore del gioco” come strumento pedagogico fondamentale nei processi di crescita di ogni bambino e ragazzo. Il lavoro educativo viene svolto sul gruppo ed è finalizzato alla crescita personale di ciascuno, con l’obiettivo di consolidare la personalità, di migliorare il rapporto con gli altri, di acquisire senso critico e apertura nei confronti della vita e del reale.

L’associazione Pop Corner, che incoraggia la socializzazione mediante un tempo libero creativo e formativo, si concentra sull’attuazione di centri ricreativi estivi che possano vedere realizzato il quadro descritto, con l’obiettivo di mettere in campo nuove strategie educative sempre coerenti con l’evoluzione della società moderna. All’interno di questa vision, la Natura è luogo educativo per eccellenza e al tempo stesso uno strumento ed un fine delle nostre attività. Sono diversi gli aspetti rilevanti dello svolgere le attività in un contesto naturale significativo:

  • l’avventura: l’atmosfera di avventura nella quale vengono pensate e proposte le attività è un elemento discriminante per garantire il divertimento dei bambini/ragazzi. Gli spazi e le possibilità che lo Yama Ranch offre sono la chiave di questa atmosfera e dunque del divertimento dei nostri piccoli ospiti.
  • affrontare l’ignoto: da sempre l’uomo è affascinato dalla natura e ne studia i fenomeni, anche solo per semplice curiosità. Proprio questa curiosità è particolarmente presente nei bambini e nei ragazzi più grandi diventa sfida.
  • “osservare-dedurre-agire”, come più sopra descritto, è un processo che può innescarsi spontaneamente quando ci si confronta con la natura e i suoi fenomeni.
  • conoscenza delle proprie e delle altrui risorse/capacità: conseguenza dei punti precedenti è l’emergere delle risorse individuali per far fronte alle sfide e agli stimoli che la natura pone.

Le attività si realizzano in simbiosi con gli animali; nei bambini/ragazzi nasce quindi un legame affettivo con il proprio cavallo e il centro estivo viene vissuto e riconosciuto come ambiente famigliare e per questo diventa momento di spontaneità e dell’importanza del prendersi cura degli animali e dell’ambiente. Le attività oltre che con il cavallo si basano anche sull’impiego di elementi della natura come “terreno di gioco”, come materiale base per laboratori manuali, come strumenti per cucinare, fare il fuoco, ecc. I bambini/ragazzi sperimentano così in maniera equilibrata il concetto di una Natura utile all’uomo (educazione alla sostenibilità)

Protocollo sanitario

Ingresso e uscita

Dalle 7.30 alle 9.00 – Misurazione della febbre in una zona esterna all’area dell’attività, accede solo il partecipante con temperatura < 37.5. 

Igienizzazione mani e poi si accede. Si entra una alla volta e i genitori/accompagnatori sono invitati a mettersi in fila distanziati

Piccoli gruppi

I bambini svolgeranno le attività in piccoli gruppi e prevalentemente all’aperto come da indicazioni delle autorità. Inoltre si cercherà di garantire per quanto possibile la continuità educativa con il personale lungo il periodo.

Pranzo e merende

Verranno forniti dei cestini ad ognuno con il pranzo completo, primo – secondo – contorno – frutta – acqua. In caso di numeri elevati si organizzeranno dei turni. Si mangerà sempre in esterna tempo permettendo, altrimenti in spazi adibiti a mensa presso le strutture, rispettando le distanze di sicurezza. Ogni partecipante porta la merenda da casa.

 

Quote

Sezione 6-11 anni

Quota fino alle 12.00

1 settimana 70,00€

4 settimane 260,00€

tutto il periodo 700,00€

Quota fino alle 14.00

1 settimana 90,00€

4 settimane 330,00€

tutto il periodo 900,00€

Quota fino alle 17.00

1 settimana 100,00€

4 settimane 360,00€

tutto il periodo 1000,00€

Quota fino alle 12.00

1 settimana 70,00€

4 settimane 260,00€

tutto il periodo 700,00€

Pranzo non incluso, attività della sola mattina. Il venerdì si va in piscina con tutti gli altri, ritorno previsto ore 16.30/17.00

Quota fino alle 14.00

1 settimana 90,00€

4 settimane 330,00€

tutto il periodo 900,00€

Pranzo incluso. Il venerdì si va in piscina con tutti gli altri, ritorno previsto ore 16.30/17.00

Quota fino alle 17.00

1 settimana 100,00€

4 settimane 360,00€

tutto il periodo 1000,00€

Pranzo incluso.

Sezione 12-14 anni

Quota fino alle 12.00

1 settimana 60,00€

4 settimane 220,00€

tutto il periodo 600,00€

Quota fino alle 14.00

1 settimana 80,00€

4 settimane 300,00€

tutto il periodo 800,00€

Quota fino alle 17.00

1 settimana 90,00€

4 settimane 330,00€

tutto il periodo 900,00€

Quota fino alle 12.00

1 settimana 60,00€

4 settimane 220,00€

tutto il periodo 600,00€

Quota fino alle 14.00

1 settimana 80,00€

4 settimane 300,00€

tutto il periodo 800,00€

Quota fino alle 17.00

1 settimana 90,00€

4 settimane 330,00€

tutto il periodo 900,00€

Dal 15 giugno al 19 giugno

6-11 anni
12-14 anni

Tesseramento

Per chi non è socio nell’anno corrente è necessario il tesseramento all’associazione per la copertura assicurativa (10,00€ validi fino al 31/12 dell’anno in cui si sottoscrivono).

Sconto fratelli

Sconto del 10% sulla quota del secondo fratello in poi.

Novità! Bonus Centri Estivi

Cos’è

A disposizione fino a 1200€ da spendere per i centri estivi e usufruire gratuitamente del servizio. Per chi lavora nella sanità l’importo è di 2000€.

Beneficiari, come e dove si richiede

Entrambi i genitori lavoratori senza misure di sostegno al reddito. Entra con il tuo pin nel portale dell’INPS (richiedilo quanto prima se non ne sei in possesso) e richiedi il bonus. Se hai bisogno di assistenza chiamaci. Comunica alla segreteria l’erogazione del bonus per la chiusura della pratica amministrativa.

 
 

Modalità di iscrizione

1- Socio o non socio?

Per prima cosa se non sei mai stato socio di Pop Corner e non hai mai frequentato le nostre attività, devi compilare il form di tesseramento cliccando "diventa socio! nel menù del sito. Una volta compilato il form sia nella parte di tutore che nella parte del socio (che sarà il minorenne che frequenterà le attività) la nostra segreteria riceverà la tua richiesta di tesseramento. Passa presso la nostra sede per la firma e ricevere la tua copia, o richiedi il documento via mail o whatsapp per firmarlo comodamente da casa e re-inviarcelo completo di firma.

2- Iscrizione alle settimane

Procedi a contattarci via whatsapp al 3668905999 oppure chiamandoci allo 0444636597 oppure via mail a segreteria@popcorner.academy indicandoci nome e cognome del partecipante, centro estivo, settimane e proposta a cui si vuole aderire (parziale, parziale+pranzo, completa). A quel punto generiamo l'ordine e lo invieremo nel canale a te più congeniale per procedere al pagamento dello stesso. Verranno chieste eventuali allergie o note da trasmettere al coordinatore.

3- Pagamento

Si procede al pagamento del periodo sottoscritto entro il venerdì precedente. Si può procedere tramite bonifico, paypal, o contante e carte presso la nostra sede amministrativa di Montegalda.
Verranno organizzati anche turni di segreteria presso la location del centro ma ne daremo comunicazione una volta cominciate le attività, in base a tempi e spazi disponibili per la gestione segreteria in loco.

4- Applicazione per cellulare

Via sms ad ogni tutore verrà inviato l'invito per scaricare la nostra App dalla quale potrete avere sempre sotto controllo la situazione di pagamenti ed iscrizioni del proprio figlio. Oltre a questo, su richiesta, si possono avere le credenziali per accedere via desktop allo stesso portale, in caso non si avesse spazio di memoria sul cellulare e ci si volesse connettere a mezzo pc o browser del cellulare.

Dove siamo

Dove si trova lo Yama Ranch?

Clicca qui per saperne di più

Autostrada

Grisignano: autostrada A4 Milano Venezia

Montegaldella: autostrada A27 Valdastico Sud

Strada normale

Da Padova si consiglia di prendere la statale SR11 in direzione Vicenza; una volta arrivati a Grisignano di Zocco (VI) girare a sinistra in direzione Montegalda per poi proseguire a Montegaldella; il maneggio è in centro paese.

Da Vicenza si consiglia di prendere la provinciale SP27 (Riviera Berica) e proseguire fino a Longare, dove si gira a sinistra verso Montegalda; una volta arrivati a Montegalda girare a destra seguendo le indicazioni per Montegaldella, dove in centro paese trovate il maneggio.

Altre informazioni

Cosa portare

Cambio completo (maglietta, calzini, pantaloni corti), cambio scarpe per spazi interni, cappello, mascherina (6-14 anni), borraccia, merenda, compiti+ astuccio (6-14 anni), kway o ombrello, asciugamano piccolo per le mani.

Giornata in piscina

Al giovedì e al venerdì, in 2 turni, si vivrà una giornata presso la Piscina di Bosco di Nanto, in via dei Pilastri 14. Chiediamo ai genitori quindi di accompagnarli direttamente presso la piscina, per vivere la giornata presso gli spazi gioco e il prato della struttura.
Viene garantito l’orario di accesso dalle 7.30 alle 9.00 e per tutti coloro che vorranno si potrà rimanere fino alle 17.00, anche chi ha sottoscritto la proposta fino alle 12 o 14. Il pranzo durante la giornata in piscina sarà al sacco, e ci sarà la possibilità di prendere un gelato o una granita presso il chiosco della piscina.
Cosa portare in piscina
Costume (già indossato dalla mattina) e cuffia / Asciugamano o telo per stendersi / Ciabatte / Crema solare / Cappello con frontino / Cambio vestiti / Pranzo al sacco e merende.

La definizione di chi va di giovedì e chi venerdì viene definita entro il lunedì sera dalla coordinatrice.

Quando

Da lunedì 15 giugno a venerdì 4 settembre 2020, dalle 7.30 alle 17.00.
Il servizio sarà continuativo in tutte le settimane, a meno di mancanza del numero minimo.

Location

Spazio 1 Yama Ranch, via Roma 20, Montegaldella VI
Si svolgerà tutto in esterna. In caso di maltempo si sosterà presso gli spazi coperti del maneggio e nella vicina scuola elementare in via Lampertico 4.

Equitazione

Si salirà a cavallo indicativamente 2 volte a settimana. Se si volesse integrare con lezioni singole in più, contattare la segreteria per prendere accordi.

Mascherina

Obbligatorio averla con sè, cercheremo di attuare distanze di sicurezza in molti momenti della giornata per permettere a tutti di respirare liberamente. Anche il personale avrà l’obbligo di indossare la mascherina.

Tempo parziale o completo

Il tempo parziale prevede l’orario fino alle 12.00 senza il pranzo,
Il tempo parziale + pranzo prevede l’orario fino alle 14.00 con il pranzo incluso.
Il tempo completo prevede l’orario fino alle 17.00 con il pranzo incluso.
Il venerdì si chiude la settimana andando in piscina e l’orario di fine è alle ore 17.00 qualsiasi sia la proposta sottoscritta.

Coordinatore

6-14 anni Nura Ferraretto 3406974874

Seguici sui nostri social

Bando animatori estate 2020

Bando personale Estate 2020

Animatori

Figure professionali (tutor) e volontari (studenti e tirocinanti)

Babysitter

Candidati >18 anni con la passione per l'educazione e l'animazione dei bambini

Bando personale Estate 2020

Le attività estive cominciano ad  affrontare il tempo della programmazione anche senza avere ancora chiaro quali saranno protocolli, numeri del personale e luoghi dove svolgere le proposte.

Abbiamo però il dovere di cominciare a sondare la disponibilità delle figure professionali in campo educativo su cui costruire con qualità queste proposte.

Oltre a questo, per andare incontro ad un nuovo tipo di servizio che tenga conto di un protocollo sanitario che sicuramente prevederà piccoli gruppi, stiamo cercando studenti delle superiori e dell’università che abbiano passione per l’animazione e vogliano prestare il loro servizio come volontari nei servizi a supporto delle famiglie durante il tempo estivo, anche solamente per qualche settimana.

Candidati, entra in contatto con il mondo Pop Corner e scopri tutte le opportunità lavorative e di servizio.

PRESENTAZIONE DELLA CANDIDATURA

Compilare il seguente form https://popcorner901741.typeform.com/to/REliJU

TEMPI DELLA CANDIDATURA

Le candidature vanno inoltrate tramite form entro le 12.00 del 22 maggio 2020.

SELEZIONE

Verranno selezionati in base alle richieste inviate tramite il form i profili più compatibili i quali verranno convocati per un colloquio individuale e/o videoconferenza per un secondo step di valutazione del profilo.

Le attività estive cominciano ad  affrontare il tempo della programmazione anche senza avere ancora chiaro quali saranno protocolli, numeri del personale e luoghi dove svolgere le proposte.

Abbiamo però il dovere di cominciare a sondare la disponibilità delle figure professionali in campo educativo su cui costruire con qualità queste proposte.

Oltre a questo, per andare incontro ad un nuovo tipo di servizio che tenga conto di un protocollo sanitario che sicuramente prevederà piccoli gruppi, stiamo cercando studenti delle superiori e dell’università che abbiano passione per l’animazione e vogliano prestare il loro servizio come volontari nei servizi a supporto delle famiglie durante il tempo estivo, anche solamente per qualche settimana.

Candidati, entra in contatto con il mondo Pop Corner e scopri tutte le opportunità lavorative e di servizio.

PRESENTAZIONE DELLA CANDIDATURA

Compilare il seguente form https://popcorner901741.typeform.com/to/REliJU

TEMPI DELLA CANDIDATURA

Le candidature vanno inoltrate tramite form entro le 12.00 del 22 maggio 2020.

SELEZIONE

Verranno selezionati in base alle richieste inviate tramite il form i profili più compatibili i quali verranno convocati per un colloquio individuale e/o videoconferenza per un secondo step di valutazione del profilo.

EMERGENZA COVID-19

Questa procedura di selezione viene indetta per poter approntare nel migliore dei modi il piano organizzativo per le attività estive della nostra associazione. Resta inteso che le attività potranno essere attivate nei modi e nei tempi concessi dalla legge, in ottemperanza a tutte le disposizioni messe in atto per l’emergenza COVID-19.

LE ATTIVITÀ

Focus: Estate in comune 2020

Tale attività si svolgerà nel periodo compreso tra l’1 giugno e il 4 settembre 2020 in orari variabili in base alla tipologia del centro, ma indicativamente dalle 7.30 alle 18.00.

Focus: servizio babysitting

Si svolgerà nei tempi e nei modi concordati dall’associazione con i soci che richiedessero il servizio, caratterizzato da una forte componente di personalizzazione rispetto alle esigenze e ai tempi lavorativi della famiglia richiedente; sarà prioritario nella selezione la flessibilità durante il giorno e la più ampia disponibilità di tempo lungo tutta l’estate.

Quali figure cerchiamo?

Animatore tutor

Requisiti anagrafici e di cittadinanza

  • 20 anni di età già compiuti alla data della presentazione della domanda;
  • Cittadinanza italiana;
  • Idoneità fisica all’incarico;
  • Corsia preferenziale in caso di diploma o laurea in ambito educativo;
  • Non aver riportato condanne penali e di non essere sottoposto a procedimenti penali in corso;
  • Non essere escluso dall’elettorato politico attivo
  • Automunito

Mansioni

L’animatore tutor svolge un ruolo di coordinamento per il luogo dove si svolge l’attività, supervisiona gli animatori volontari e gestisce in prima persona il centro a lui affidato per conto di Pop Corner; egli ha il più diretto contatto con le famiglie e con la segreteria e svolge un lavoro di raccordo tra l’andamento del centro e le richieste, opinioni, consigli delle famiglie.
Apre alla mattina il centro e verifica che al termine della giornata gli spazi vengano lasciati in ordine.
Coordina e rimanda sempre agli obiettivi del progetto educativo e del protocollo sanitario attraverso riunioni di preparazione e di verifica con gli animatori per la programmazione delle attività.
Interviene e risolve le problematiche di ordinaria amministrazione, mettendone a conoscenza la segreteria.
Contatta celermente la direzione nelle problematiche di straordinaria amministrazione.
Sulla scelta del coordinatore si prediligono figure disponibili tutto il periodo del centro.

L’incarico comprende obbligatoriamente le seguenti attività:

  • Partecipazione alle riunioni formative organizzate dall’associazione Pop Corner, che gestirà i Centri Estivi.
  • Predisposizione di un programma di animazione;
  • Predisposizione dei materiali per la realizzazione dell’attività;
  • Animazione ed assistenza di un gruppo di ragazzi delle scuole dell’infanzia o della scuola primaria e secondaria per tutto il periodo sopraindicato 
  • Assistenza e sorveglianza dei ragazzi durante la pausa pranzo in mensa;
  • Riordino dei materiali;
  • Verifica settimanale e finale dell’iniziativa per il miglioramento della stessa.

Quale rapporto con Pop Corner?

L’animatore tutor diventa socio ricevendo copertura assicurativa per responsabilità civile ed infortuni per le attività.
L’animatore tutor viene retribuito per il lavoro di responsabilità educativa che ricopre.

Animatore volontario

Requisiti anagrafici e di cittadinanza

  • 18 anni di età già compiuti alla data della presentazione della domanda;
  • Diploma di scuola secondaria superiore;
  • Cittadinanza italiana;
  • Idoneità fisica all’incarico;
  • Non aver riportato condanne penali e di non essere sottoposto a procedimenti penali in corso;
  • Non essere escluso dall’elettorato politico attivo
  • Automunito

Mansioni

Svolge un ruolo operativo verso i bambini e ragazzi partecipanti; è orientato al loro benessere e a programmare, eseguire e verificare le attività e le esperienze del centro estivo.
Si allinea alle indicazioni del coordinatore e definisce congiuntamente con lui il programma delle attività secondo il tema e le linee guida del progetto educativo.

L’incarico comprende obbligatoriamente le seguenti attività:

  • Partecipazione alle riunioni formative organizzate dall’associazione Pop Corner, che gestirà i Centri Estivi.
  • Predisposizione dei materiali per la realizzazione dell’attività;
  • Animazione ed assistenza di un gruppo di ragazzi delle scuole dell’infanzia o della scuola primaria e secondaria per tutto il periodo sopraindicato 
  • Assistenza e sorveglianza dei ragazzi durante la pausa pranzo in mensa;
  • Riordino dei materiali;
  • Verifica settimanale e finale dell’iniziativa per il miglioramento della stessa.

Quale rapporto con Pop Corner?

L’animatore volontario diventa socio volontario ricevendo copertura assicurativa per responsabilità civile ed infortuni per le attività.
L’animatore volontario non è retribuito, fatto salvo eventuali rimborsi spese per acquisti effettuati per le attività.

 

Babysitter

Requisiti anagrafici e di cittadinanza

  • 18 anni di età già compiuti alla data della presentazione della domanda;
  • Diploma di scuola secondaria superiore;
  • Cittadinanza italiana;
  • Idoneità fisica all’incarico;
  • Non aver riportato condanne penali e di non essere sottoposto a procedimenti penali in corso;
  • Non essere escluso dall’elettorato politico attivo
  • Automunito

Mansioni

Chi si candida per questa posizione è interessato ad entrare nel nostro albo babysitter.

L’albo è un’iniziativa pensata a supporto delle famiglie che non intendano usufruire dei servizi collettivi per l’estate (Estate in comune) per gestire i figli negli spazi di casa o perchè i servizi sopra descritti non sono conformi alle proprie esigenze di tempi e luoghi.

Chi si candida passa attraverso un processo di selezione e successivamente di formazione.

Una volta superati questi 2 momenti potrà essere pubblicato sul nostro albo con i propri dati per essere contattato, e sarà a disposizione per le famiglie del territorio per svolgere il proprio servizio.

Se si supera la selezione, il percorso formativo è realizzato in video lezioni e l’accesso a queste lezioni è soggetto all’iscrizione all’associazione con un versamento di 20,00€ a parziale copertura dei costi di formazione, di istituzione del registro e di promozione delle babysitters nel territorio.

Quale rapporto con Pop Corner?

Dopo la selezione e la formazione, il rapporto economico che si instaura tra la famiglia e la babysitter è esclusivo e l’associazione non ha né responsabilità né co-partecipa agli accordi di tipo economico.

Tirocinante universitario

Requisiti anagrafici e di cittadinanza

  • Cittadinanza italiana;
    Idoneità fisica all’incarico;
  • Non aver riportato condanne penali e di non essere sottoposto a procedimenti penali in corso;
  • Non essere escluso dall’elettorato politico attivo
  • Automunito

Mansioni

Realizza insieme alla direzione e in accordo con i tutor dei piani di valutazione dei progetti, affianca nel monitoraggio dei vari centri i tutor e svolge un ruolo operativo in uno o più centri per aumentare la propria competenza ed esperienza nella gestione di gruppi di bambini e adolescenti.

Alternanza scuola-lavoro

Requisiti anagrafici e di cittadinanza

  • Cittadinanza italiana;
  • Idoneità fisica all’incarico;

Mansioni

Svolge un ruolo operativo verso i bambini e ragazzi partecipanti; è orientato al loro benessere e a programmare, eseguire e verificare le attività e le esperienze del centro estivo. Fa riferimento al tutor del centro estivo.

Volontario

La persona volontaria è una figura che supporta le attività dell’associazione a sostegno delle famiglie e dei bambini per una funzione o un momento della stessa.

A titolo esemplificativo ma non esausitivo

Aiuto nell’allestimento degli spazi

Aiuto per la mensa

Aiuto nella gestione di entrata e uscita dei bambini e di riconsegna ai genitori

Grazie!